Droghe IT

I Lati Negativi delle Sigarette Elettroniche

Da quando sono state introdotte sul mercato nordamericano nel 2006, le sigarette elettroniche (o e-cig) sono state pubblicizzate come l’alternativa più sicura alle sigarette tradizionali. Però, a dispetto del fatto che abbiano fatto risparmiare a molti fumatori una grande quantità di denaro, molte agenzie sanitarie americane non sono convinte del fatto che le sigarette elettroniche siano completamente sicure.

Ecco nove punti su cui discutere riguardo alle sigarette elettroniche…

1. Gli Effetti sulla Salute non Sono Stati Accertati

Con centinaia di aziende che negli Stati Uniti producono e vendono sigarette elettroniche come “l’alternativa sicura al tabacco” (e senza contare tutte le aziende che le commercializzano nel resto del mondo), importanti enti sanitari come l’FDA (Food and Drug Administration) devono ancora fare migliaia di test per accertarne la sicurezza sul piano della salute.

2. Regolari Costi di Mantenimento

Sappiamo che molti fumatori di tabacco passano alla sigaretta elettronica non soltanto per motivi di salute, ma anche per motivi economici. C’è da chiedersi perché la maggior parte dei produttori di sigarette elettroniche non avvisi i consumatori che, oltre ai 70 e più euro della spesa iniziale, ci sono dei costi aggiuntivi di mantenimento—comprese le batterie (alcune funzionano con batterie ricaricabili) e le cartucce di nicotina liquida che vengono vendute in pacchetti per ricaricare le sigarette elettroniche.

3. Gli Effetti della Nicotina Pura sono Sconosciuti

Dovremmo sapere ormai che solo perché un prodotto viene dichiarato “l’alternativa più salutare al tabacco” non significa che sia così. Ecco perché l’FDA ha comprensibilmente sollevato dei problemi relativamente agli effetti collaterali delle sigarette elettroniche, soprattutto riguardo al fatto di inalare vapori di nicotina pura. Tieni a mente che le sigarette elettroniche devono ancora essere studiate e regolamentate dall’FDA.

4. Ingredienti Chimici non Dichiarati

Quando un produttore non fornisce l’intera lista degli ingredienti del suo prodotto, dobbiamo preoccuparci. Ecco perché l’FDA mette in dubbio la trasparenza dei molti produttori di sigarette elettroniche che non dichiarano apertamente la lista delle sostanze chimiche usate per produrle.

5. Quantità di Nicotina

Tra gli ingredienti chimici non dichiarati, la quantità di nicotina in particolare non è sempre evidenziata sulle etichette delle cartucce per sigarette elettroniche. Questo solleva qualche preoccupazione rispetto alla quantità di nicotina contenuta nella cartuccia, e se sia entro i limiti di sicurezza per un consumatore medio.

6. Pericoli del Vapore Passivo

Quando si parla di fumo c’è sempre il problema del fumo passivo, e lo stesso accade per le sigarette elettroniche. Anche se le cartucce delle sigarette elettroniche non rilasciano vero e proprio fumo passivo, producono comunque un vapore passivo che può contenere nicotina. E senza l’ok degli enti sanitari e degli esperti nel campo della salute, molti si chiedono che effetti possa avere il vapore passivo su bambini e persone con problemi di salute.

7. La Possibilità di Acquisto Online le Rende Accessibili ai Minori

Mentre la vendita di tabacco è limitata alle persone maggiori di 18 anni, le sigarette elettroniche possono essere comprate online da chiunque. E con le cartucce di nicotina aromatizzate al gusto di cioccolata, fragola e gomma da masticare, i rivenditori online internazionali non fanno differenze tra un acquirente maggiorenne e uno minorenne.

8. Intolleranze al Vapore

Anche se il fumo di tabacco è spesso irritante per chi si trova vicino a un fumatore ed esistono perciò aree dedicate ai non fumatori, una sigaretta elettronica si può fumare dappertutto pur emettendo vapore di pura nicotina. Non possiamo però ignorare le molte testimonianze di persone alle quali il vapore delle sigarette elettroniche causa irritazione agli occhi, al naso e alla gola, o addirittura difficoltà respiratorie e nausea.

9. Sospetti sul Trasporto di Droghe

Recentemente l’FDA ha bloccato diverse spedizioni di e-cig basandosi sul fatto che le cartucce per le sigarette elettroniche costituiscono il mezzo ideale per importare droghe. Non c’è, infatti, alcun modo di tenere sotto controllo le sigarette elettroniche che vengono vendute internazionalmente attraverso internet.

Share This Article

X