Medicina IT

8 Rimedi Antichi che i Medici Usano Ancora

Di recente sono andata dal mio medico di famiglia per un mal di gola che si è rivelato essere una brutta faringite. Insieme alla prescrizione di antibiotici il mio medico mi ha dato alcuni saggi consigli dal sapore antico—”fai i gargarismi con acqua e sale per ridurre il gonfiore” ha detto. Deliziata e sorpresa, ho pensato di approfondire un po’ per vedere quali consigli dal sapore nostalgico vengono ancora seguiti in ambito medico dai moderni professionisti dei nostri tempi.

Dai rimedi per la costipazione a quelli per le emicranie—ecco otto rimedi del passato che vengono ancora oggi prescritti…

1. Impacchi di Ghiaccio

Sappiamo già che il ghiaccio o gli impacchi freddi possono fare miracoli per ridurre il dolore e il gonfiore o l’infiammazione dovuti a un infortunio o quelli tipici dei dolori cronici (come quelli dell’artrite). Tuttavia sembra che i medici prescrivano questa antica terapia, nata nella Grecia del 19° secolo, per alleviare i dolori delle emicranie. Infatti, uno studio del 1984 di Diamond e Freitag ha scoperto che i pazienti colpiti da emicrania riscontravano nel 65% dei casi un miglioramento applicando impacchi freddi o ghiaccio sulle arterie carotidi o sul collo per 15 minuti ai primi segni di emicrania. Il successo di questa terapia è legato al fatto che il freddo fa restringere i vasi sanguigni per poi farli dilatare di nuovo, senza alcun rischio per la salute né alcuna controindicazione.

2. Gargarismi con Acqua e Sale

Il mio medico sicuramente non è l’unico a consigliare i gargarismi con acqua e sale—mezzo cucchiaino di sale sciolto in un bicchiere di acqua tiepida per alleviare il dolore della gola infiammata e ripulirla dal muco dovuto al raffreddore. Uno studio randomizzato pubblicato sulla Rivista Americana di Medicina Preventiva raccomanda di fare gargarismi con acqua e sale per prevenire raffreddori e influenze. I risultati dello studio hanno rivelato che dei 400 partecipanti, la metà dei quali faceva i gargarismi ogni giorno per 60 giorni durante la stagione dell’influenza e del raffreddore, chi faceva i gargarismi ha sofferto del 40% in meno di infezioni delle vie aeree superiori rispetto a chi non faceva i gargarismi.

3. Vaselina

Ho ancora una confezione di vaselina nel mio armadietto delle medicine da applicare su tagli, labbra screpolate e sul naso quando è rovinato dal freddo invernale. Ed è una buona positiva, secondo i dermatologi della Scuola di Medicina dell’Università dell’Illinois del Sud, che raccomandano ancora oggi di spalmare la vaselina per rimediare alle abrasioni più lievi della pelle e anche per le ferite chirurgiche, soprattutto se hai la pelle sensibile o sei allergica agli unguenti antibiotici.

4. Zenzero

I curatori orientali hanno usato lo zenzero per migliaia di anni come rimedio per i problemi di stomaco e per la nausea. Per fortuna in occidente lo zenzero viene finalmente riconosciuto come rimedio sicuro ed efficace per nausea, nausea mattutina, mal d’auto e disagi di stomaco relativi alla chemioterapia. I ricercatori della Eastern Virginia Medical School di Norfolk Virginia raccomandano infuso di radice di zenzero o zenzero candito per alleviare nausee di ogni tipo.

5. Pepto-Bismol

Sapevi che il Pepto-Bismol è stato originariamente inventato come una cura per il mal di pancia nei bambini? Tuttavia oggi anche gli adulti ne fanno scorta nel caso di qualche imbarazzante emergenza durante un viaggio. Phyllis Kozarsky, un professore della Emory University e il consulente medico ufficiale del Centro Statunitense per il Controllo delle Malattie, raccomanda di inghiottire un paio di compresse di Pepto 4 volte al giorno per placare la tipica diarrea del viaggiatore e i problemi di stomaco.

6. Prugne

Mio nonno mangiava prugne stufate ogni mattina insieme ai suoi fiocchi d’avena per “essere regolare”! Sembra che la cura tradizionale del nonno sia ancora in voga oggi. Lo studio più recente in merito è quello del 2011, pubblicato su Alimenthary Pharmacology and Therapeutics, che dimostra che mangiare 12 prugne (anche secche) al giorno è un rimedio per la costipazione più efficace delle compresse di psyllium che si trovano in farmacia.

7. Balsamo di Tigre

Puoi anche stare lontano dal Balsamo di Tigre, o dal BenGay, gli unguenti rinfrescanti con cui gli atleti alleviano tutti i tipi di dolori grazie al potente profumo di mentolo. Tuttavia i professori di farmacia e medicina dell’Università del Texas di Austin sostengono che il Balsamo di Tigre sia una soluzione per alleviare i dolori muscolari e nervosi, e restare attivi più a lungo in età avanzata. Il mentolo che si trova all’interno dell’analgesico topico attiva un recettore proteico cruciale all’interno della pelle facendo diminuire i segnali nervosi connessi al dolore cronico.

8. Gripe Water

Parlo da bambina che soffriva di coliche, problemi di gas, e mal di stomaco (purtroppo per i miei poveri genitori assonnati), ho avuto la mia dose di Gripe Water da piccola. Quella di quando ero piccola, la Gripe Water, conteneva alcool, ma dal 1990 viene venduta senza prescrizione e senza alcool, ed è raccomandata dal medico solo dopo un controllo delle allergie. Un tonico fai-da-te—contenente aneto, bicarbonato di sodio, zenzero o finocchio—può essere preparata anche in casa per alleviare i crampi allo stomaco e la nausea di un bambino che piange.

X