Dormire IT

Sogni d’Oro: 10 Efficaci Consigli per Mettere a Nanna i Bimbi

Un bimbo che dorme serenamente è una visione splendida. Come genitore, il tuo cuore si scioglie mentre guardi con amore incondizionato tuo figlio che riposa pacificamente.

Quando, però, non riesci a metterlo a dormire per la terza notte di fila, inizierai ad avere le palpitazioni a forza di sentirlo piangere senza interruzioni. Cosa si può fare per assicurare una notte di riposo sia al bambino sia a mamma e papà?

Ecco dieci ottimi consigli per mettere a nanna il pupo…

1. Attieniti a un Orario Preciso per Dormire

Alcuni studi mostrano chiaramente che i bambini con orari precisi per i riposini e per andare a dormire la sera, vanno a letto facendo meno storie e si addormentano facilmente e rapidamente. Avere un orario preciso è difficile con un neonato. Però una volta che il bimbo ha 6-8 mesi, puoi iniziare a stabilire un’ora esatta per metterlo a dormire o per fare il riposino pomeridiano, allenando così il suo piccolo corpo a mantenere un ritmo preciso ogni giorno.

2. Mettilo a Dormire quando ha Sonno

Ancora una volta, è difficile applicare questo consiglio con un neonato, ma dopo i 6 mesi puoi stabilire delle regole – se tuo figlio inizia ad addormentarsi, mettilo a letto e lascia che si addormenti per conto suo. Questa strategia insegna ai bambini ad addormentarsi – senza bisogno di essere cullati, dondolati e senza bisogno di cantare 100 versioni di “Ninna nanna ninna oh”.

3. Prepara un Ambiente per il Sonno

Rendi la cameretta di tuo figlio un ambiente perfetto per dormire, ad esempio tenendo sempre le luci basse, usando tende e sistemi di insonorizzazione per attutire i rumori e mantenendo la temperatura ideale per dormire. Sostanzialmente, la sua cameretta dovrebbe rimanere sempre uguale, così da essere percepita come un luogo in cui riposare.

4. In Camera Non si Gioca

Spostare i giochi movimentati e le attività della giornata fuori dalla cameretta la rende un luogo per il sonno, non per il gioco. Se non si definisce questa separazione, il bimbo potrebbe confondersi ed eccitarsi subito prima di andare a dormire, cercando di uscire dal lettino per giocare durante la notte.

5. Metti al Lavoro il Papà

Stabilire orari precisi per il sonno senza aiuto è molto faticoso. Ecco perché è importante coinvolgere il tuo partner, decidere con lui gli orari per andare a letto o per fare il riposino, e attenervici strettamente. Ad esempio, se il bambino mangia ancora più volte per notte, fate i turni per nutrirlo prima di andare a dormire e poi resistete fino al mattino.

6. Modifica i Riposini se Necessario

Tenere un diario del sonno e dei riposini ti aiuterà a individuare dei ritmi naturali nel sonno di tuo figlio. Tieni traccia di cose come l’orario in cui si addormenta, quante volte si sveglia e se va a dormire senza problemi. Questo ti aiuterà a stabilire l’orario ideale per metterlo a letto, la cosa migliore per tutti.

7. Crea un Rito Relativo al Sonno

Non impiegherai molto a stabilire un rituale per la buonanotte e per i riposini del tuo bambino– se riesci a rimanere coerente. Ad esempio, 15 minuti prima di andare a letto, o di fare il riposino, fai qualche attività rilassante, come leggergli o cantargli qualcosa senza che nel frattempo subentrino stimoli esterni (rumori, cuccioli, o giochi).

8. Usa un Oggetto Calmante

Può essere qualunque cosa faccia rilassare tuo figlio. L’idea è di integrare il pupazzo preferito, o una coperta, con l’ora della buonanotte e la routine dei riposini, così che quando il bimbo vede questo oggetto sia consapevole del fatto che non è il momento di giocare ma di riposare. Evita quindi di usare questo giocattolo, o questa copertina, durante le attività svolte nel corso della giornata.

9. Non Rimanere nella Stanza

So che hai la tentazione di guardare il tuo bel bimbo che si addormenta. Tuttavia la tua presenza è una distrazione per lui. Prova, invece, ad ogni riposino o la sera, a mettere a letto il bambino e poi a uscire lentamente dalla stanza, così da trovarti fuori e non essere visibile quando si addormenta: in questo modo non sarà dipendente dalla tua presenza fisica per addormentarsi.

10. Rimani Coerente a Qualunque Costo

Succederà – anche se pensi di aver stabilito una tabella di orari fissa. Tuo figlio sarà malato, o piangerà durante la notte, e tu andrai a controllarlo. Qualunque cosa tu faccia, sii coerente. Controlla il bimbo o calmalo, e poi lascia la stanza e aspetta che si addormenti senza che tu sia lì.

Share This Article

X