Nutrizione IT

Appassionati agli Effetti Benefici del Polline d’Api

Il polline d’api è essenzialmente cibo creato dalle api per nutrire le larve. Il misto di pollini raccolti dalle api mentre volano di fiore in fiore è considerato un “supercibo” da molte persone perché contiene quasi ogni sostanza nutritiva fondamentale per la salute umana – compreso l’acido folico, le vitamine del gruppo B, proteine e amminoacidi. Questo è ovviamente un vantaggio per vegani e vegetariani, soprattutto dato che gli apicoltori possono rimuovere il polline d’api da un’arnia senza danneggiare le api che la occupano.

Anche se ci sono solo pochi studi scientifici che indagano le proprietà benefiche del polline d’api, molti si affidano a esso per avere una scarica di energia, per rinvigorire il sistema immunitario, la salute del cuore, la digestione e molto altro. Ma ricordati, devi sempre chiedere al tuo medico prima di prendere qualunque tipo di integratore o inserire un nuovo cibo nella tua dieta (soprattutto se soffri di allergie, se sei incinta o se hai un sistema immunitario compromesso)…

1. Riduzione della Allergie

Molti medici raccomandano l’uso del polline d’api nella dieta per ridurre l’attivazione dei mastociti, che rilasciano istamina quando è presente un allergene. I mastociti sono responsabili della produzione e del rilascio di istamina quando si viene a contatto con un allergene. L’istamina causa la risposta infiammatoria – col tipico naso che cola accompagnato da starnuti, tosse e prurito alla gola e agli occhi.

Quando i ricercatori della Juntendo University School of Medicine, in Giappone, hanno testato questa teoria dando a un gruppo di topi una dose giornaliera di polline d’api, la quantità complessiva di mastociti che si attivavano si è grandemente ridotta riducendo la produzione di istamina. Infatti, si è scoperto che più polline d’api veniva dato a un topo più l’attivazione dei mastociti veniva ridotta. Ricordati che sono ancora necessarie molte altre ricerche scientifiche in merito e il polline d’api può essere pericoloso se sei allergico al miele o alle punture di ape, o se mangiare polline peggiora le allergie che hai al polline delle piante.

2. Sollievo dai Sintomi della Menopausa

I ricercatori della NYU Langone Medical Center hanno condotto uno studio in doppio cieco seguito da una serie di test per verificare gli effetti del polline d’api, della pappa reale (una secrezione delle api operaie) e del polline d’erba (o pueraria mirifica) sulle donne in menopausa. Il polline d’api contiene notoriamente molto fitosteroli attivi, amminoacidi e fitoestrogeni che danno un reale sollievo dai sintomi della menopausa.

Le partecipanti allo studio in doppio cieco hanno osservato una riduzione della secchezza vaginale e di molti altri sintomi della menopausa – come l’irritabilità e gli sbalzi d’umore, la frequenza delle vampate di calore e nel complesso hanno notato un complessivo miglioramento della qualità della vita durante la menopausa.

3. Rafforza il Sistema Immunitario

Ha senso che un integratore naturale, come il polline d’api, che da molto tempo viene somministrato per le sue proprietà antivirali, antibatteriche e antinfiammatorie venga usato per rafforzare il sistema immunitario.

Secondo uno studio del 2010 pubblicato sulla rivista Phytotherapy Research il polline d’api ha la capacità di regolare il sistema immunitario spingendolo a produrre livelli più alti di benefica flora intestinale, antiossidanti, sostanze protettive e proteine, che proteggono il corpo dai virus e dagli effetti dannosi dei radicali liberi.

4. Migliora la Digestione

Anche se gli studi ancora non sono sufficienti per trarre delle conclusioni certe, i ricercatori dell’Università dello Utah affermano che oltre alle salutari vitamine, ai sali minerali e alle proteine presenti nel polline d’api, questa sostanza contenga anche enzimi digestivi delle api, che si pensa favoriscano la digestione.

Web MD afferma che anche se il polline d’api viene da tempo consumato per alleviare i problemi di costipazione e diarrea, ancora non c’è un’evidenza sperimentale del fatto che gli enzimi contenuti nel polline d’api siano efficaci.

5. Mantiene la Pelle Liscia ed Elastica

Lo ammetto, c’è un rossetto Burt’s Bees nella mia borsetta. Lo uso sempre per ammorbidire le labbra secche d’inverno e giuro che è efficace, come molte altre persone che usano il polline d’api come prodotto da applicare sulla pelle – per evitare secchezza, screpolature, irritazioni da pannolini e anche eczemi.

Secondo uno studio monografico specializzato pubblicato nel Natural Medicine Comprehensive Database il polline d’api è efficace come prodotto per ammorbidire la pelle per via dei molti amminoacidi e delle vitamine che contiene, che favoriscono la rigenerazione cellulare.

6. Protegge la Prostata

Le malattie della prostata sono una grossa preoccupazione per molti uomini adulti. I ricercatori del Minneapolis VA Center for Chronic Diseases Outcomes Research hanno studiato l’efficacia del polline d’api come rimedio non chirurgico complementare per la prevenzione dell’iperplasia benigna della prostata.

Lo studio, del 2000, ha rivisto tutte le ricerche già pubblicate sul polline d’api e ha stabilito che il polline d’api e i prodotti a base di polline d’api hanno effetti promettenti sui sintomi dell’iperplasia benigna della prostata e rappresentano un rimedio possibile per ridurre l’infiammazione e la frequenza della necessità di urinare.

7. Aumenta l’Energia

Secondo una ricerca dell’Huntington College of Health Sciences, la gamma di amminoacidi essenziali, di vitamine (A, C, D, E, K, gruppo B e B5 o acido pantotenico), di niacina, e bioflavonoidi contenuta nel polline d’api lo rende un potente prodotto energizzante naturale.

La ricerca ha evidenziato il fatto che molti atleti olimpici consumano polline d’api per migliorare la loro performance atletica, soprattutto per via degli alti livelli di vitamina B5 che protegge la funzionalità delle ghiandole surrenali migliorando nel contempo la resistenza e tenendo alla larga la fatica.

X