Nutrizione IT

8 Nuovi Supercibi per il 2014

Forse non hai ancora sentito parlare di questi otto nuovi supercibi, ma nel 2014 scommetto che saranno consigliatissimi dai nutrizionisti e dagli esperti in tutti gli ambiti della salute grazie ai loro numerosi effetti benefici.

Quindi, senza perder tempo, siamo lieti di presentarvi gli otto supercibi del 2014!

1. Semi di Canapa

I semi di canapa contengono molti principi nutritivi essenziali—ognuno di questi fragranti e lisci semi è ricco di magnesio, potassio, ferro, proteine e acidi grassi essenziali come gli omega3, gli omega6 e gli omega9. Sparsi sui fiocchi d’avena, sulle mele cotte, sullo yogurt, o mescolati al frullato, una manciata di semi di canapa ti manterrà sazia più a lungo.

2. Camu Camu

No, non mi sono sbagliata scrivendo due volte il nome di questa bacca tropicale. Ma sicuramente ti verrà voglia di gridarne il nome all’infinito da una scogliera bordata di palme appena scoprirai che non solo allevia i segni dell’invecchiamento—zampe di gallina, rughe, e macchie della pelle… ha anche il maggiore contenuto di vitamina C in assoluto!

3. Semi di Chia

Come se non bastasse il fatto che il Dottor Oz stesso li consiglia per garantire loro l’attenzione che meritano, i semi di chia sono un supercibo ricco di fibre e proteine che può essere aggiunto ai fiocchi d’avena, alle minestre o allo yogurt. I semi di chia non hanno un gusto forte, quindi puoi aggiungerli senza accorgertene a qualunque cibo per ottenere innumerevoli benefici nutrizionali dai tuoi piatti.

4. Fagioli Azuki

Non ci crederai ma questi fagioli sono un ottimo dessert, ti basta assaggiare una cucchiaiata di gelato giapponese agli azuki per scoprire che non puoi più farne a meno. Questi fagioli ricchi, dolci e ipocalorici sono più poveri di grassi rispetto a tutti gli altri fagioli e legumi, e la cosa fantastica è che puoi usarli per fare il gelato, il pudding, o per rendere più gustosi i pancake.

5. Aglio Nero

Mentre quello bianco tiene lontani i vampiri, un solo spicchio di aglio nero (cioè aglio bianco fermentato) raddoppia il contenuto di antiossidanti durante il processo di fermentazione, e quindi non solo tiene lontani raffreddori e influenze, ma sarà ancora più potente contro i mostri della notte.

6. Kukicha

Il tè verde può farsi da parte: questo infuso ricco di antiossidanti è stato sotto i riflettori anche troppo tempo. Un altro tè si sta facendo strada: il kukicha. Può sembrare poco invitante dato che si mettono in infusione gli steli, ricchi di polifenoli (una fonte di antiossidanti), e non le foglie—ma non è necessario mangiarli per ottenerne tutti i benefici. Inoltre ogni tazza ha un sapore delicato e affumicato che permette sia di sorseggiarla calda sia di godersela fredda.

7. Topinambur

Chiamato anche carciofo di Gerusalemme, questo tubero dall’aspetto simile a una patata fornisce una ricca dose di fibre e vitamina B1 (tiamina)—entrambi essenziale per metabolizzare i carboidrati, per la digestione e per il funzionamento dei muscoli e del sistema nervoso centrale. In pochi sanno, però, che alcuni studi hanno messo in relazione i cibi ricchi di tiamina, come il topinambur, con la capacità di alleviare i sintomi della sindrome pre-mestruale.

8. Amaranthus

Noto anche come Kiwich—la cosiddetta sorella minore della quinoa—i semi di amaranthus si possono aggiungere ai cereali, ai frullati e ai fiocchi d’avena per proteggere il cuore e abbassare il colesterolo LDL (il colesterolo cattivo) e la pressione sanguigna.

Share This Article

X