Osteoartrite IT

Le Domande Più Frequenti sull’Osteoartrite

L’osteoartrite è una malattia degenerativa delle articolazioni che riguarda oltre 20 milioni di persone in tutta l’America.

Se ti è stata fatta una diagnosi di osteoartrite, non confonderla con altre comuni forme di artrite, come l’artrite reumatoide: le due malattie hanno un’origine molto diversa. L’infiammazione dolorosa associata all’osteoartrite può influire molto sull’umore, sulla mobilità e sui livelli di energia, oltre che sulla qualità della vita. Tuttavia, la malattia è gestibile se si riesce a distinguere la verità dai miti. Per aiutarti a essere più consapevole rispetto all’osteoartrite, ecco 15 domande frequenti a cui rispondere…

1. Cos’è l’osteoartrite?

L’osteoartrite è la forma più comune di artrite “da usura”, poiché la malattia gradualmente distrugge e consuma la cartilagine o gli strati protettivi alle estremità delle nostre ossa che permettono il movimento fluido e non doloroso delle articolazioni. Con l’osteoartrite la cartilagine si consuma, si formano delle protuberanze sulle ossa, e queste ultime, nelle articolazioni, sfregano l’una contro l’altra, causando dolore, infiammazione, rigidità articolare e rendendo dolorosissimi i movimenti.

2. Quante persone vengono colpite da osteoartrite negli Stati Uniti?

L’osteoartrite è la forma più comune di artrite in Nord America. Questa malattia degenerativa colpisce quasi 27 milioni di persone negli Stati Uniti. L’osteoartrite è più comune nelle donne di mezza età e in età avanzata. Tuttavia anche i maschi nella stessa fascia di età sono a rischio di osteoartrite a causa dell’aumento di peso, dell’età o in seguito a infortuni.

3. Qual’è la differenza tra l’artrite reumatoide e l’osteoartrite?

Spesso si fa confusione tra l’artrite reumatoide e l’osteoartrite per via del semplice fatto che entrambe colpiscono le articolazioni. Tuttavia le cause e i trattamenti delle due malattie sono differenti.

L’artrite reumatoide è una malattia autoimmune, cioè il sistema immunitario stesso attacca le articolazioni, causando infiammazione, dolore e rigidità. L’artrite reumatoide in genere colpisce le mani, i piedi e i polsi. Il medico può prescrivere dei farmaci per sopprimere la risposta del sistema immunitario e alleviare gli attacchi.

L’osteoartrite è una malattia degenerativa delle articolazioni, che consuma la cartilagine, cioè l'”imbottitura” delle articolazioni, causando la formazione di protuberanze ossee e lo sfregamento delle ossa tra loro, causando infiammazione e rendendo i movimenti dolorosi e rigidi. L’osteoartrite in genere compare nelle articolazioni che sopportano il maggior peso, come le ginocchia, le anche, il collo, la parte bassa della schiena, i piedi e le caviglie.

4. Cosa causa l’osteoartrite?

Non è stata individuata una causa principale, ma spesso l’osteoartrite si presenta in persone obese, che hanno subito un infortunio alle articolazioni, che svolgono lavori con movimenti ripetitivi, in età avanzata o che hanno una storia familiare di osteoartrite.

5. Quali sono i fattori di rischio dell’osteoartrite?

I seguenti fattori sono comuni nei pazienti colpiti da osteoartrite.

Ereditarietà – se si hanno difetti congeniti alle articolazioni o se l’osteoartrite è una malattia di famiglia.

Obesità – portare troppo peso aggiunge stress alle articolazioni e può causare infortuni, danni alla cartilagine ed eventualmente l’osteoartrite.

Infortuni – un trauma o un danno da movimenti ripetuti che danneggia le articolazioni o i legamenti può portare all’osteoartrite.

Genere – le donne sono più soggette degli uomini all’osteoartrite. Avere muscoli deboli attorno alle articolazioni può metterti a rischio di infortunio ed eventualmente di osteoartrite.

Problemi alla spina dorsale – come la scoliosi o la curvatura della spina.

Età avanzata – l’osteoartrite colpisce più comunemente le persone di mezza età o in età avanzata.

6. Quali sono i sintomi dell’osteoartrite?

Essendo una malattia degenerativa, l’osteoartrite si sviluppa gradualmente nel tempo – quindi potresti avere solo sintomi moderati all’inizio, ma con il tempo la malattia può causare gravi infiammazioni, dolori e rigidità che influiscono sulla qualità della vita nei modi seguenti:

“Rigidità mattutina”, che in genere si verifica dopo essersi alzati al mattino o dopo lunghi periodi di inattività.

Dolore causato dallo sfregamento delle articolazioni.

Infiammazione dovuta alle protuberanze ossee e al doloroso sfregamento delle articolazioni.

Movimento difficile e doloroso (camminare, piegarsi, alzarsi, salire le scale, e stare in piedi).

7. Come viene diagnosticata l’osteoartrite?

Per una diagnosi accurata dell’osteoartrite il tuo medico esamina la tua storia familiare ed esegue un esame fisico che può comprendere una radiografia, un esame del sangue e una risonanza magnetica. Se si sospetta l’osteoartrite il paziente viene reindirizzato a un reumatologo (un professionista specializzato nella salute delle articolazioni).

8. Quali sono le cure più comuni per l’osteoartrite?

I trattamenti per l’osteoartrite variano a seconda di questi fattori:

Età

Storia Familiare

Stato di Salute

Gravità del Problema

Stadio dell’Artrite

Di conseguenza, le tue cure per l’osteoartrite possono includere uno o più dei seguenti trattamenti.

Antidolorifici da banco (ad esempio paracetamolo)

Strumenti di supporto (bastone, girello o stampelle)

Impacchi caldi e freddi

Attività fisica e alimentazione corretta per il controllo del peso

Farmaci soggetti a prescrizione medica

Chirurgia (nei casi più gravi)

9. Come devo cambiare il mio stile di vita per alleviare il dolore dell’osteoartrite?

Perdi peso – una dieta più sana e un programma di attività fisica a basso impatto può aiutarti a perdere peso e a mantenere il tuo peso forma per ridurre il carico sulle articolazioni.

Riposo e relax – aiuteranno ad alleviare il dolore alle articolazioni e la depressione e il senso di disperazione che possono presentarsi quando la qualità della propria vita peggiora. Esercizi di yoga e di respirazione, massaggi, meditazione attraverso visualizzazioni guidate possono essere attività consigliate dal vostro medico per rilassare mente e corpo.

10. Quali sono i farmaci soggetti a prescrizione più usati per curare l’osteoartrite?

Per gestire il dolore derivante dall’osteoartrite, il vostro medico vi prescriverà farmaci antidolorifici e antinfiammatori per le articolazioni, come ad esempio:

Antinfiammatori non steroidei (FANS) anche da banco come l’ibuprofene o il naprossene sodico. Anche la prescrizione di FANS sotto forma di cerotto è una soluzione, se quelli da banco non sono sufficienti a ridurre il dolore.

Analgesici – come il paracetamolo, possono aiutare ad alleviare il dolore.

Gel e pomate per uso topico, unguenti, creme e spray per ridurre il gonfiore delle articolazioni.

Inibitori selettivi della COX-2 per gestire il dolore quando i FANS causano problemi di stomaco e rischio di ulcere e sanguinamenti.

Tramadol – un farmaco soggetto a prescrizione medica da prendere per via orale che lenisce rapidamente gli attacchi di osteoartrite acuta.

Antidolorifici soggetti a prescrizione medica – come la codeina e il propossifene.

Antidepressivi – per alleviare la depressione associata al dolore cronico.

11. Quali interventi chirurgici sono raccomandati per l’osteoartrite?

Due interventi chirurgici vengono tipicamente consigliati, ma soltanto per i casi di osteoartrite più gravi.

L’artroplastica per rimuovere una porzione di osso, riallineando l’articolazione per rimettere in posizione corretta un’articolazione gravemente danneggiata e migliorare mobilità e qualità della vita.

Riparazione della cartilagine e rigenerazione della cartilagine danneggiata per le persone con gravi e dolorosi problemi alla cartilagine.

12. Quando è necessario l’intervento chirurgico?

Il medico consiglia l’intervento chirurgico soltanto se tutti gli altri trattamenti per l’osteoartrite falliscono e la persona soffre molto ed è sostanzialmente disabile a causa della riduzione delle possibilità di movimento delle articolazioni. Di nuovo, l’intervento chirurgico dipenderà dall’età del paziente, dal livello di attività, dalla storia familiare e dalle articolazioni colpite.

13. Ci sono terapie complementari o alternative per l’osteoartrite?

Terapie alternative come la manipolazione da parte di un chiropratico, l’agopuntura, i massaggi, lo yoga, o rimedi erboristici possono alleviare il dolore di un’articolazione molto danneggiata, ma dovrebbero essere considerate insieme al medico di famiglia.

14. Posso fare degli esercizi per migliorare la flessibilità delle articolazioni e la loro forza, per mantenerle in forma nel tentativo di alleviare il dolore?

Sì, una lieve attività fisica può aiutare a gestire il dolore derivante dall’osteoartrite e aumentare flessibilità, forza e movimenti delle articolazioni. Migliorerà anche l’umore e l’energia. Assicurati di parlarne col tuo medico o col tuo terapista, prima di iniziare l’attività fisica.

15. Cosa posso fare per prevenire l’osteoartrite?

Anche se sei a rischio di osteoartrite per motivi genetici, perché hai subito infortuni, per via del tuo sesso o della tua età, puoi attivamente fare la tua parte per evitarne lo sviluppo:

Segui una dieta sana e bilanciata

Mantieni il tuo peso forma

Fai regolare attività fisica

Dormi a sufficienza

Share This Article

X