Home » Italian » Condizioni comuni » Cosa Aspettarsi Dopo un’Isterectomia

Cosa Aspettarsi Dopo un’Isterectomia


L’isterectomia (la rimozione dell’utero ed eventualmente anche della cervice, dei linfonodi e di parte della vagina) è senza dubbio un intervento chirurgico importante. Non c’è alcun dubbio sul fatto che la convalescenza richiederà tempo e che la paziente soffrirà per il dolore post operatorio durante la guarigione.

1. Ricovero Ospedaliero

Chi si sottopone a un’isterectomia addominale (durante la quale l’utero viene rimosso attraverso un’incisione nella parte inferiore dell’addome) o a un’isterectomia radicale (in cui la cervice, parte della vagina e i linfonodi vengono rimossi insieme all’utero) può aspettarsi un ricovero ospedaliero di almeno 2 o 3 notti. Per i tipi di isterectomia meno impegnativi, quella vaginale (in cui l’utero viene rimosso attraverso un’incisione nella vagina) o quella laparoscopica (in cui l’utero è rimosso a piccoli pezzi attraverso un’incisione addominale) è comunque necessario un ricovero di almeno una notte.

2. Antidolorifici

Il tuo medico ti prescriverà degli antidolorifici in seguito a un intervento chirurgico di questa portata, per alleviare il dolore e per dare al corpo l’opportunità di guarire, oltre che per prevenire un’infezione nelle zone incise.

3. Inserimento di un Catetere

Spesso in seguito a un’isterectomia viene inserito un catetere per rendere possibile la minzione nei primi giorni dopo l’operazione. Tuttavia è importante alzarsi e muoversi quanto prima, per riguadagnare le forze e prevenire il ristagno di sangue nella parte inferiore del corpo.

4. Assorbenti

Per alcuni giorni o anche per una settimana si verificherà sanguinamento vaginale (spotting) in seguito a un’isterectomia—soprattutto se è stata fatta un’incisione in vagina. L’uso di assorbenti igienici manterrà puliti i tuoi indumenti prevenendo imbarazzanti perdite. Ricordati che in questo caso è meglio non indossare assorbenti interni.

5. Riposo e Convalescenza

Il tuo medico ti incoraggerà a muoverti e a fare una leggera attività fisica (ad esempio brevi passeggiate) nelle settimane dopo l’operazione, ma ogni movimento che implichi uno sforzo o il sollevamento di oggetti pesanti (ad esempio spalare la neve, passare l’aspirapolvere, prendere in braccio bambini o cuccioli) è sconsigliato perché potrebbe causare la riapertura dell’incisione chirurgica. Analogamente dovrai trattenerti dal fare sesso per un minimo di sei settimane.

6. Terapia Ormonale Sostitutiva

Una delle maggiori preoccupazioni per le donne a cui vengono rimosse le ovaie e le tube di Falloppio è il rapido arrivo della menopausa e dei sintomi a essa associati, come vampate di calore, irritabilità e secchezza vaginale, che possono arrivare velocemente e senza preavviso. Il tuo medico può prescriverti una terapia ormonale sostitutiva per alleviare i sintomi della menopausa (fornendo estrogeni al corpo) in seguito all’isterectomia. Si tratta di una scelta molto personale e dovresti parlarne col tuo medico approfonditamente per valutare tutte le opzioni.

7. Controlli Post-Operatori

Ovviamente il tuo medico vorrà vederti nelle settimane e nei mesi successivi all’intervento per assicurarsi che l’incisione chirurgica stia guarendo senza problemi e per rispondere alle domande e ai dubbi che potresti avere riguardo il processo di guarigione e il cambiamento di stile di vita dopo l’operazione.

8. Pap-Test ed Esami Pelvici Annuali

Solo perché hai subito un’isterectomia non significa che non dovrai sottoporti annualmente al pap-test e agli esami pelvici di routine. Continuare a farli regolarmente è nel tuo migliore interesse—solo se la cervice è stata rimossa non dovrai fare il pap-test. Gli esami pelvici di routine e le mammografie sono un piccolo fastidio da sopportare per rimanere in salute e tenere alla larga il cancro.

ADVERTISEMENT

More on ActiveBeat