Dormire IT

8 disturbi comuni del sonno

Circa 70 milioni di americani soffrono di disturbi del sonno. I disturbi del sonno sono dovuti a patologie che impediscono di addormentarsi e di riposare in modo adeguato. Il pericolo non sta tanto nell’effettiva mancanza di sonno quanto nelle conseguenze che questa privazione può generare durante il giorno, ad esempio quando si è alla guida di un veicolo a motore, si manovra una macchina da lavoro e così via.

Ecco gli otto disturbi del sonno più comuni…

1. Apnea ostruttiva nel sonno

Circa il 4% degli uomini americani e il 2% delle donne soffrono di apnea ostruttiva nel sonno. Questa patologia blocca temporaneamente le vie aeree superiori durante il sonno, causando difficoltà di respirazione, un forte russare e frequenti interruzioni del sonno. Ciò ha come conseguenze sonnolenza diurna, depressione, sbalzi d’umore e difficoltà di concentrazione durante la veglia.

2. Sindrome del sonno posticipato

La sindrome del sonno posticipato è una patologia che rende molto difficile il risveglio mattutino. Influisce sull’orologio biologico e porta l’organismo a essere fuori sincronia rispetto alle ore di solito dedicate al riposo. Il sonno diventa, pertanto, così profondo da non riuscire a svegliarsi in tempo per andare al lavoro o a scuola.

3. Jet lag

Il jet lag è un disturbo del sonno tipico in chi viaggia poiché, quando si cambia fuso orario, l’orologio interno dell’organismo ne risente e ciò può causare continue interruzioni del sonno. L’intensità del jet lag dipende da molti fattori tra cui l’età, il numero di fusi orari attraversati e la direzione del viaggio. Questa sindrome porta sintomi come: stanchezza, mal di testa e difficoltà ad addormentarsi.

4. Sindrome del sonno anticipato

La sindrome del sonno anticipato si manifesta quando l’orologio biologico decide di svegliare il corpo prima di quando dovrebbe: ad esempio chi ne soffre può sentire il bisogno di dormire già alle 7 di sera per poi svegliarsi alle 3 del mattino. La sindrome del sonno anticipato colpisce soprattutto gli anziani ed è spesso legata al disturbo affettivo stagionale (DAS).

5. Narcolessia

La narcolessia è uno dei disturbi del sonno più pericolosi. È una malattia rara, che colpisce circa 100.000 americani. Questa patologia provoca una disfunzione dei meccanismi cerebrali che regolano il sonno e la veglia e causa addormentamento istantaneo. Ciò avviene anche durante lo svolgimento di attività quali parlare, camminare, guidare, salire le scale, lavorare, ecc. La maggior parte dei narcolettici risente sperimenta una forte stanchezza durante il giorno, soffre di allucinazioni e di deterioramento muscolare, di paralisi nel sonno e di svenimenti.

6. Sindrome da ciclo sonno-veglia alterato

Se una persona sente la necessità di andare a dormire sempre più presto o di svegliarsi sempre più tardi la causa potrebbe essere la sindrome da ciclo sonno-veglia alterato. Questa patologia imposta l’orologio biologico su cicli di 25 o più ore al giorno. È una sindrome frequente nelle persone non vedenti poiché non possono percepire le variazioni di luce tra il giorno e la notte.

7. Sindrome delle gambe senza riposo

La sindrome delle gambe senza riposo (o SGSR) provoca bruciori alle gambe nonché dolori, prurito, contrazioni e formicolio prima di prendere sonno. Rende difficile il riposo, soprattutto nelle persone di mezza età che hanno una storia familiare di SGSR. Per ridurre i sintomi, è consigliabile eliminare il consumo di caffeina e di alcool.

8. Sonnambulismo

Il sonnambulismo è un disturbo del sonno che colpisce soprattutto i bambini e si manifesta durante il sonno profondo. Il cervello continua a dormire mentre il corpo agisce come se fosse sveglio. Ciò avviene per periodi brevi di tempo (con intervalli di 5 – 10 minuti). Il sonnambulismo è spesso correlato a febbre, malattie, farmaci o stress. Quasi mai i sonnambuli ricordano l’accaduto. Solo il 10% dei bambini è affetto da sonnambulismo e la maggior parte di loro riesce a superare questo disturbo durante l’adolescenza.

Share This Article

X