Medicina IT

9 Cose da Sapere sulla Copertura delle Assicurazioni Sanitarie

Non pensiamo mai alla salute tranne quando siamo ammalati o infortunati. Quando, però, abbiamo bisogno di rimetterci, spesso dipendiamo da un’assicurazione sanitaria, un servizio non di emergenza—visite specialistiche, farmaci sotto prescrizione medica coperti dall’assicurazione, ricoveri ospedalieri—tutto questo ci rimette a nuovo. Inoltre non vorremmo rischiare di ritrovarci immersi nei debiti per il resto della vita dopo un incidente in bici o una caduta dalle scale. Quindi, indipendentemente dal fatto che dobbiamo scegliere un’assicurazione sanitaria per il lavoro o per la salute personale, ecco dieci cose da tenere a mente…

1. I Piani Assicurativi per Dipendenti non Sono Necessariamente Migliori

Anche se il tuo datore di lavoro ti offre una copertura assicurativa per dipendenti, può non essere l’opzione migliore per te. Ricordati che nella nostra società “a taglia unica”, potresti essere differente perché magari hai un problema di salute già esistente che non è coperto dal piano assicurativo per i dipendenti. Assicurati di leggere anche le righe scritte in piccolo.

2. Prendi in Considerazione una Polizza Collettiva

Soprattutto se sei un lavoratore indipendente, una polizza collettiva può rivelarsi un’opzione in grado di mettere in salvo casa e conto in banca se ti ammali e non puoi coprire in alcun modo il lavoro perduto. Inoltre, se hai una malattia preesistente, puoi cercare una polizza collettiva che si adatti a questo tipo di problema.

3. Quando Scegliere una Polizza Individuale

Sapevi che se scegli una polizza collettiva paghi un premio basato anche sullo stato di salute degli altri? Quindi, se sei in buona salute ma John che rientrerebbe nella polizza collettiva ha problemi di cuore, il costo della polizza collettiva si alzerà per tutti. A volte, se sei in buona salute, può essere più conveniente pagare una polizza individuale per mantenere basso il premio.

4. Premi Minori non Equivalgono a Piani Assicurativi Economici

Non scegliere semplicemente la copertura assicurativa sanitaria col minor premio mensile. Si tratta di un errore comune, spesso chi acquista una polizza non si chiede perché il premio sia così basso—nella maggior parte dei casi il piano assicurativo si rifà in altri modi per compensare il premio mensile molto basso—ad esempio prevede il pagamento di una percentuale per ogni servizio, una componente annuale deducibile e la coassicurazione (cioè il pagamento di una percentuale dei costi una volta superata una franchigia).

5. Non Farti Intimidire da Piani Assicurativi Deducibili

Sì, pagare un costo deducibile alto, o un premio alto ogni mese, può essere una pillola dura da mandar giù, ma se il tuo tenore di vita è tale da potertelo permettere e se il piano assicurativo copre anche i problemi di salute più impensabili, può darsi che sia conveniente metterti al sicuro da un’eventuale imprevedibile bancarotta se la tua buona salute viene a mancare e puoi contare unicamente sul piano assicurativo.

6. Cerca un Agente Sanitario al quale Affidarti

Molti non lo sanno, ma si può ottenere aiuto (a volte gratuito) attraverso un agente assicurativo sanitario che userà la sua esperienza per aiutarti a trovare l’assicurazione sanitaria giusta, o per chiedere che tu venga inserito in un programma nazionale (come ad esempio COBRA). Assicurati che non abbia l’abitudine di consigliare sempre le stesse assicurazioni (da cui potrebbe ricevere un compenso).

7. Copertura Specialistica

Se ti serve un medico specialista, ad esempio per le donne potrebbe trattarsi del ginecologo, controlla prima di firmare che tale medico sia coperto dal piano assicurativo. Alcune polizze mettono dei limiti ai medici (ad esempio le HMO), mentre i piani PPO spesso ti permettono di cercare assistenza medica anche al di fuori della rete segnalata dall’assicurazione con un’impegnativa del tuo medico.

8. Farmaci Soggetti a Prescrizione

Non tutti, e a volte nessuno, dei farmaci soggetti a prescrizione medica sono coperti dai piani assicurativi sanitari. Assicurati di leggere anche le righe scritte in piccolo delle sezioni “extra” ed “esclusioni” della polizza, soprattutto se per restare in salute hai bisogno di un farmaco soggetto a prescrizione medica.

9. Servizi Sanitari Alternativi

I servizi sanitari alternativi—come i chiropratici, i nutrizionisti, la maternità—potrebbero non essere coperti da tutte le polizze. Quindi fai attenzione, anche se per ora non vuoi avere figli, potresti sempre cambiare idea in futuro.

Share This Article

X