Allergia IT

10 Metodi Naturali per Curare le Allergie Autunnali

Mentre i dorati pomeriggi estivi iniziano a sbiadire, la congestione nasale, il dolore ai seni paranasali, gli starnuti e gli occhi rossi e pruriginosi spesso segnano la stagione del raccolto per i 26 milioni di americani che soffrono di allergie.

Così mentre molti accorrono ai mercati di quartiere per comprare mais e mele appena raccolti, tu corri al supermercato a comprare medicinali da banco per le allergie, scatole di kleenex e speri che la prima gelata autunnale arrivi il più in fretta possibile.

La buona notizia è che molti rimedi naturali per le allergie funzionano meglio dei medicinali per combattere le graminacee e i pollini…

1. Acidi Grassi Omega3

Uno studio tedesco lega i cibi ricchi di acidi grassi omega3 alla capacità di combattere l’infiammazione propria delle allergie. Ecco perché chi ne soffre dovrebbe optare per una dieta ricca di cibi che ne sono ricchi, come il salmone e il tonno, le noci, i semi di lino e le uova.

2. Lavati le Palpebre

Usa uno shampoo delicato e non irritante per bambini per lavarti accuratamente le palpebre e le ciglia più volte al giorno. Le ciglia sono il luogo in cui il polline tende ad accumularsi durante i giorni in cui abbonda nell’aria. Questa operazione diminuirà drasticamente gli arrossamenti, il gonfiore, il prurito e l’irritazione agli occhi.

3. Cibi Speziati

I cibi naturalmente speziati – come i peperoncini, il rafano, i peperoncini verdi messicani, o la senape piccante – vengono spesso raccomandati per la loro capacità di liberare i seni paranasali….sic! Sembra, infatti, che i cibi speziati siano veramente in grado di aprire seni paranasali e vie respiratorie quando il polline crea congestioni e dolore.

4. Cambia le Federe Regolarmente

I tuoi sintomi sono più intensi durante la notte? Sei particolarmente congestionato al mattino? Se è così, può darsi che tu stia portando il polline a letto con te. La soluzione: fai la doccia prima di andare a dormire o cambia con frequenza la federa del cuscino durante la settimana per prevenire attacchi mattutini di allergia.

5. Ortica

Puoi comprare un antistaminico in farmacia, ma l’ortica, un rimedio naturale, è un buon antistaminico di per sé – e non ha gli effetti collaterali di molti medicinali, come secchezza della bocca, mal di stomaco, e sonnolenza. Puoi comprare l’ortica criomacinata (macinata a basse temperature) in forma di capsule oppure usarla per fare un infuso.

6. Mangia Yogurt Bianco

I nutrizionisti danno credito alle capacità dello yogurt di mettere al bando i sintomi dell’allergia grazie ai batteri benefici e alle proteine con proprietà antinfiammatorie che contengono. Prova ad aggiungere una tazza di yogurt non dolcificato alla colazione del mattino o alla merenda per combattere la congestione dei seni paranasali. Se hai bisogno di un tocco di dolcezza, aggiungi un po’ di miele millefiori naturale o dello sciroppo d’acero.

7. Cambia il Filtro del Riscaldamento

Spesso possiamo ridurre le allergie col più piccolo dei cambiamenti. Ad esempio, pensa ai filtri del sistema di riscaldamento. I filtri per riscaldamento pensati per chi è allergico catturano il polline nell’aria utilizzando una carica elettrica o grazie al design pieghettato. Fai partire la ventola a velocità bassa per mantenere l’aria in circolo, così da filtrare via il polline, e cambia il filtro ogni 3 mesi.

8. Tè Rooibos

Prepara un infuso con questo misto rosso dal retrogusto di frutta secca e privo di caffeina per aumentare la tua produzione di antiossidanti. Puoi provare anche il tè nero o il tè verde se hai bisogno di una carica di caffeina, in ogni caso uno qualunque di questi tre infusi annienterà l’immunoglobulina E, un potente elemento scatenante delle allergie.

9. Piante da Appartamento Anallergiche

Sembra che alcune piante da appartamento producano allergeni (sto guardando voi, orchidee e yucca) mentre altre sono anallergiche – comprese piante come i rampicanti, le iresine, le violette tedesche, le felci e le spatafillo.

10. Lota Neti

L’azione di risciacquare via i residui di polline lavando i seni paranasali con acqua salata è stata efficace per secoli. I Lota Neti sono piccoli ed economici contenitori, usati per ripulire le vie paranasali. Puoi comprare la soluzione salina in farmacia o mescolare semplicemente mezzo cucchiaino di sale da tavola (non iodato però!) con una tazza di acqua tiepida. Versa la soluzione nel lota neti e piega la testa sopra il lavandino mentre inali la soluzione con una narice attraverso il beccuccio del lota neti. L’acqua scorrerà nei seni paranasali uscendo dall’altra narice. Cambia lato e pulisci completamente le narici soffiandoti leggermente il naso.

X