virus IT

Pizzicato dalla Chikungunya: Riconoscere i Sintomi

La Chikungunya (CHIK) è una malattia virale simile alla febbre Dengue per il fatto che si trasmette agli esseri umani attraverso la puntura di una zanzara infetta. A lungo è stata una piaga delle zone tropicali di Asia, India e Africa – la Chikungunya dal suo arrivo nel dicembre del 2014 ha infettato circa 250.000 abitanti dei Caraibi (in zone dominate dalle zanzare come la Repubblica Dominicana, Guadalupe, Haiti e la Martinica) e ha causato epidemie localizzate anche in alcune zone d’Europa, oltre ad arrivare fino in Nord America.

Infatti, l’U.S. Public Health Office definisce la Chikungunya una minaccia – già 73 viaggiatori americani sono rientrati dai loro viaggi all’estero con la malattia, e sembra che 15 residenti americani siano stati infettati a Porto Rico e nelle Isole Vergini. È solo questione di tempo perché l’epidemia si diffonda negli Stati Uniti secondo Paola Lichtenberger, il Direttore del Programma di Medicina Tropicale all’Università di Miami.

La Chikungunya solitamente si presenta con l’improvvisa comparsa di questi sintomi influenzali:

1. Eruzione Cutanea

Oltre a rendere la pelle fredda e sudaticcia, la Chikungunya spesso causa un’eruzione cutanea che si sviluppa su viso, torso e arti, composta da piccole macchie rosse o viola, oppure da chiazze sulla pelle. Tuttavia solo la metà delle persone colpite sviluppa questa eruzione.

2. Gambe Gonfie

La gambe gonfie, una situazione che in medicina si definisce edema podalico, può presentarsi all’improvviso negli individui infettati dalla Chikungunya. Anche se la causa del gonfiore improvviso non è nota, i medici non sono in grado di metterla in relazione ad alcun problema preesistente epatico (del fegato), cardiovascolare (del cuore), o renale.

3. Febbre Alta

La febbre alta si sviluppa presto, è uno dei sintomi principali dell’infezione da Chikungunya. La febbre può durare alcuni giorni, con temperature che arrivano a 40° centigradi.

4. Dolori Articolari

Il termine “Chikungunya” significa “diventare contorti” nella lingua Kimakonde (una lingua africana parlata dal popolo dei Makonde). Il termine spiega letteralmente l’aspetto dolorosamente contorto di chi viene colpito dai dolori articolari della Chikungunya – che possono spaziare da una debilitante artralgia (ossia dolore delle articolazioni), gonfiore delle articolazioni nelle estremità (ad esempio braccia e gambe) e in casi estremi artrite a lungo termine (che dura per mesi o anche anni).

5. Problemi di Vista

Similmente alla febbre Dengue, la Chikungunya può distorcere la visione o causare problemi agli occhi – come l’infiammazione oculare detta iridociclite – che causa rossore agli occhi (o congiuntivite), infiammazione del tessuto dell’occhio, lesioni alla retina, e offuscamento della vista.

6. Dolori Muscolari

Come i dolori articolari, anche gonfiore e dolori muscolari (o mialgia) possono svilupparsi in profondità nei muscoli delle estremità. Un estremo affaticamento e una grande debolezza muscolare sono molto comuni con un’infezione da Chikungunya.

7. Malessere Influenzale

La Chikungunya viene spesso scambiata per influenza o febbre Dengue per via dei sintomi influenzali – compresi mal di testa, febbre, ghiandole ingrossate, affaticamento, nausea, vomito e rigidità al collo. La maggior parte dei pazienti migliora entro 10 giorni dall’infezione, anche se i dolori articolari possono rimanere per settimane o anche mesi.

8. Artrite Cronica

Molti pazienti colpiti da Chikungunya si lamentano di un’artrite cronica che può durare anni dopo l’infezione, anche se gli esperti non sanno spiegarsi il perché. Alcuni medici ipotizzano che l’infezione iniziale lasci dietro di sé un’infezione acuta che si traduce in dolori muscolo-scheletrici, artralgia prolungata (dolore e gonfiore articolare) e mialgia cronica (dolore e gonfiore muscolare) anche per 3 anni dopo l’infezione iniziale.

X