salute IT

Le 8 Principali Parole d’Ordine per la Salute nel 2015

Il 2015 è tutto TUO. Io lo chiamo “L’anno per me stessa”! Come praticante di yoga sono emozionata da questa idea. Voglio concentrarmi sula salute come concetto individuale – preferendo allenamenti personalizzati rispetto ad allenamenti intensivi (che, diciamocelo, non tutti vogliono o possono sostenere), scegliendo diete specifiche rispetto a regimi alimentari inutilmente poveri (che non si adattano a intolleranze, allergie o preferenze alimentari), e puntando sulla collaborazione tra pazienti e medici per quanto riguarda onestà, sincerità e responsabilità della salute di una persona. Anche se molti sono contenti di concentrarsi su se stessi, ricordati che il 2015 fa ricadere sul singolo individuo l’onere di mantenere la propria salute.

Ecco le 8 parole d’ordine che saranno sulla bocca di tutti nel 2015. Noterai una grande attenzione verso il singolo oltre a uno spostamento verso l’esercizio moderato e utile oltre che verso il benessere…

1. Medicina Funzionale

Nel tentativo di incoraggiare la medicina funzionale, le maggiori organizzazioni sanitarie come la Cleveland Clinic hanno aperto le porte del proprio Centro per la Medicina Funzionale e verso una nuova era di medicina di tipo cooperativo che richiede una profonda e onesta collaborazione e comprensione tra pazienti e medici.

L’obiettivo della medicina funzionale segna uno spostamento dalla semplice cura dei sintomi verso una diagnosi più approfondita dei problemi di salute basata sull’isolamento delle cause reali. Ad esempio, invece di prescrivere semplicemente un medicinale per l’affaticamento cronico chi pratica medicina funzionale lavorerà col singolo paziente su stile di vita, livelli di stress e dieta per individuare la causa sottostante l’affaticamento e provvederà insieme a lui a risolvere il problema.

2. Trasparenza

Comprensibilmente con la collaborazione arriva anche la necessità dell’onestà, della trasparenza, dell’entusiasmo da parte del paziente nel prendersi la responsabilità della propria salute e del proprio benessere. Nel 2015 vedremo un nuovo desiderio di trasparenza nel campo della salute.

In parte questa trasparenza dipende da uno sforzo da entrambe le parti. Innanzitutto da parte dei medici che dovranno rendere le informazioni sulla salute accessibili per i pazienti. E poi dalla parte dei pazienti, che dovranno condividere e fornire ai medici, con sincerità, le informazioni riguardo la loro dieta e il loro stile di vita (storia familiare, fumo, dieta, attività fisica, abitudini riguardo l’alcool ecc.)

3. Controllo sulla Propria Salute

Sono finiti i giorni in cui bisognava fidarsi del medico. Chiariamo – questo non significa che il tuo medico non ne sappia molto più di te sul corpo umano e la medicina in generale, perché decisamente ne sa di più! Ma significa che tu conosci il tuo corpo meglio di chiunque altro.

Il tuo medico non legge nel pensiero – quindi non puoi aspettarti una diagnosi appropriata senza essere completamente aperta riguardo a quanto bevi, fumi o mangi caramelle. Il controllo sulla propria salute deriva dal fatto di agire per la propria salute, avere un atteggiamento attivo cercando di essere sinceri, chiedendo informazioni e possibili cure alternative, e facendo qualche ricerca. Ma parte del prendersi la responsabilità della propria salute significa anche essere aperti alle critiche e alle opinioni dei professionisti, informarsi ed essere disposti a prendere decisioni positive riguardo al proprio stile di vita che facciano bene a te e al tuo corpo.

4. Concentrarsi

Nello yoga si usa da secoli la parola “concentrazione”. Se hai mai fatto una lezione di yoga senza dubbio ti è stato chiesto di “concentrarti” sulla respirazione. Ma nel 2015 dovrai concentrarti sulla tua vita, anche fuori dal tappetino da yoga.

Secondo la Yoga International questo atto di consapevolezza si può descrivere come vivere il momento – o fare attenzione ai propri bisogni fisici ed emotivi. Non è difficile capirne l’effetto positivo se si pensa a quanto è facile distrarsi mentre si corre sul tapis roulant per 40 minuti, o quanto è semplice mangiare un intero pacchetto di patatine senza accorgersene quando si guarda la TV. Quando ti concentri, corpo e mente restano impegnati, presenti e attenti, e il tuo rischio di infortuni e di malattie si riduce.

5. Dieta Bilanciata

La parola “dieta” ha una pessima reputazione. Ma quando pensi al fatto che ‘dieta’ si riferisce a quello che mangi la parola improvvisamente non sembra più così critica verso la porzione grande di patatine che hai mangiato per pranzo.

L’espressione “dieta bilanciata” spinge a passare da una dieta dannosa del tipo associato alla privazione verso un approccio più vasto e attivo decidendo cosa far entrare nella propria bocca. La dieta bilanciata si concentra sul consumo di cibi nutrienti, equilibrati e vari oltre a macro-nutrienti essenziali (grassi salutari, carboidrati complessi e proteine magre).

6. Fitness Funzionale

Il fitness funzionale, ovvero un allenamento che simula i movimenti quotidiani (flessioni, salti, addominali, squat ecc.) è già protagonista di molte routine di allenamento. Ma nel 2015 Canfitpro, il più grande ente canadese dedicato al fitness, afferma che il fitness funzionale sarà al centro dei pensieri di tutti.

Non solo rende i movimenti quotidiano (come camminare, salire le scale, raccogliere gli oggetti, ecc.) più facili e meno stressanti per il corpo rafforzando la parte centrale del corpo e migliorando la postura – coinvolge anche diversi gruppi muscolari rendendo l’allenamento più equilibrato e riducendo il rischio di infortuni.

7. HIIT

Secondo l’American College of Sports Medicine (ACSM) l’HIIT (ovvero l’allenamento ad intervalli altamente intensivo) è in seconda posizione nei sondaggi riguardo alle tendenze del fitness. Per chi non ha abbastanza tempo per fare tutto, cioè quasi tutti, l’HIIT è un’ottima opzione per allenarsi ottimamente in un lasso di tempo molto ridotto.

L’HIIT comprende allenamenti di forza e resistenza – con flessioni, piegamenti e squat – che coinvolgono più gruppi muscolari e con poco tempo tra un esercizio e l’altro dando a chi lo pratica il vantaggio di allenare anche il sistema cardiovascolare. L’ACE (American Council on Exercise) avvisa che chi si avvicina all’HIIT per la prima volta dovrebbe prima farsi autorizzare dal proprio medico e lavorare con un personal trainer certificato per assicurarsi un allenamento sicuro e un numero adeguato di giorni di riposo tra un allenamento e l’altro per evitare gli infortuni.

8. Medicina Personalizzata

Secondo Yahoo Medicine il 2015 vedrà un passaggio dalla medicina adatta a tutti a un approccio medico più personalizzato che studia come curare un paziente specifico in accordo con il suo profilo genetico.

I recenti progressi della genomica (i test genetici sulle funzionalità cellulari dell’individuo), delle terapie combinate (per malattie come il cancro alla prostata, al seno e ai polmoni), dell’identificazione dei marcatori predittivi (che permettono di individuare i pazienti a rischio, e delle immunoterapie (che riguardano i pazienti che soffrono di tumore ai primi stadi) verranno usati per guidare le decisioni da fare riguardo alla diagnosi, alle cure e alla prevenzione delle malattie.

X