Nutrizione IT

Gli 8 Cibi Che Causano Infiammazione

L’infiammazione è la risposta naturale del corpo che ci difende da batteri, virus e infezioni. Quando percepisce una minaccia, il corpo rilascia alcune sostanze chimiche e di alcuni globuli bianchi (le cellule che combattono i germi). Tuttavia, quando si hanno alcune malattie caratterizzate da stati di infiammazione, come la malattie autoimmuni – l’osteoartrite o l’artrite reumatoide, la fibromialgia, la celiachia, la malattia di Crohn, la sclerosi multipla – il sistema immunitario risponde con l’infiammazione anche quando non vi è alcuna minaccia. Come risultato si danneggiano i tessuti interni, la pressione sanguigna aumenta, le articolazioni sono rigide e dolorosamente gonfie, e la crescita di cellule anomale (come le cellule cancerose) diventa un rischio.

Evitando questi 8 cibi potresti contribuire in modo significativo alla riduzione dell’infiammazione….

1. Latticini da Latte Vaccino

Non è una novità che più della metà della popolazione mondiale soffra di intolleranze o allergie al latte vaccino. Infatti, il latte vaccino e i formaggi cremosi sono un cibo che favorisce le infiammazioni, i problemi di stomaco, la costipazione e la diarrea, afte e problemi respiratori. Se soffri di intolleranza o allergia al latte prova a sostituirlo con quello di mandorle, di canapa o di soia.

2. Carni Rosse Grasse

Le carni rosse più grasse – come le costine di manzo, gli hamburger, la carne macinata o altri tagli di manzo piuttosto grassi – sono considerati cibi che causano infiammazione perché sono ricchi di grassi animali, che sono stati messi in relazione con il diabete cronico, le malattie cardiache e il cancro da diverse ricerche mediche tra cui le più recenti sono quelle dell’Università della California, a San Francisco.

3. Formaggio

Ho già parlato dei formaggi freschi, ma le ricerche dell’Università di Londra affermano che il 60% della popolazione mondiale non è in grado di digerire il latte vaccino in età adulta (in particolare il lattosio, lo zucchero principale presente nel latte). Questo spiega perché i formaggi, soprattutto quelli più lavorati e ricchi di sodio, causino infiammazione – i formaggi più naturali e più duri ne causano meno grazie anche al ridotto quantitativo di sodio.

4. Margarina

La margarina e altri prodotti spalmabili ricchi di grassi trans e olii parzialmente idrogenati, sono da evitare completamente perché tendono a esacerbare la risposta infiammatoria. Il medico, scrittore e professore di medicina familiare all’Università della California di San Francisco, Daphne Miller consiglia invece di usare olio di oliva o burro chiarificato, ricco di acidi grassi omega6 e dal sapore più intenso: è dunque sufficiente usarne meno rispetto al normale burro.

5. Carni Lavorate o Affumicate

Come le carni rosse più grasse, anche le carni affumicate o quelle conservate e lavorate con una combinazione di sale, nitrati, nitriti e zucchero per garantirne la longevità e il sapore (hot dog, salsicce, mortadella, affettati in genere) aumentano le infiammazioni e sono state messe in relazione con diverse malattie autoimmuni. Per assumere grassi più salutari, sostituisci gli affettati con tonno sardine o salmone freschi, oltre a frutta secca e legumi per avere una carica di omega3.

6. Alcool

La prossima volta che bevi una birra, un sidro o un superalcolico pensa che la Harvard Medical School ha da tempo stabilito che esiste un legame tra il consumo di alcool e le infiammazioni croniche, soprattutto del fegato, che possono portare all’infarto, all’ictus, alla malattia arteriosa periferica, alla demenza vascolare, e alla crescita di tumori cancerosi nel corso del tempo.

7. Olii Vegetali

Secondo molte note associazioni per la nutrizione – tra cui il California’s Beller Nutritional Institute – una dieta troppo ricca di acidi grassi omega6 può causare infiammazione. Puoi comunque ridurre l’infiammazione sostituendo gli olii con omega6 (olio di soia, girasole, e di cartamo) con olii ricchi di omega3 (olio extra vergine di oliva, o olio di colza spremuto a freddo).

8. Additivi Alimentari

Siamo stati avvertiti ormai da tempo sul fatto che una dieta ricca di cibi lavorati industrialmente ha delle conseguenze. Ciò dipende dal fatto che spesso questi cibi contengono additivi come il glutammato monosodico e l’aspartame che, secondo le ricerche del Centro per l’Asma e le Malattie Respiratorie dell’Università di Newcastle in Australia, sono stati messi in relazione con l’aggravarsi dei sintomi infiammatori nelle persone affette da malattie (come l’asma cronica).

Avatar

ActiveBeat Italiano

Activebeat presenta ai lettori informazioni provenienti dal mondo della salute. Dalle malattie al fitness, passando per alimentazione e ricerche autorevoli, ogni giorno pubblichiamo notizie che si focalizzano su ogni aspetto del benessere.

X