Nutrizione IT

10 Cibi Quotidiani che ti Uccidono Lentamente

Quando si parla di cibi che non si dovrebbero mangiare, sarebbe semplice puntare il dito su ciò che è ovvio. La pancetta ad esempio, anche se è deliziosa… beh, ciò nonostante, raddoppia il rischio di ictus se ne mangi molta ogni giorno.

E gli esperti di nutrizione ci avvertono che i cibi precotti e fritti non sono da meno. Ciambelle, patatine fritte e alette di pollo non solo minacciano la tua linea: il processo di frittura intride il cibo di sostanze chimiche tossiche che ti mettono a rischio di contrarre malattie infiammatorie croniche e alcuni tipi di cancro.

La maggior parte di noi sa benissimo che dovrebbe mangiare meglio. Anche se pensi di mangiare in modo salutare, questi 10 cibi costituiscono la maggior parte della tua dieta – ripensaci! Odio essere portatrice di cattive notizie, ma è il momento di scoprire i pericoli nascosti dietro ai cibi più popolari in Nord America…

1. Salsa di Pomodoro in Scatola

Forse non associ i pomodori in scatola e le salse di pomodoro in scatola allo sciroppo di glucosio fruttosio quando prepari gli spaghetti o le polpette. Tuttavia, quando si parla di fonti nascoste di zucchero, la tua salsa di pomodoro preferita probabilmente è uno dei dolci colpevoli che contribuiscono segretamente a incrementare la diffusione di obesità, coronaropatia e carie. Per condire la pasta con una salsa più salutare controlla sull’etichetta che non ci siano zuccheri aggiunti e scegli il pomodoro a basso contenuto di sodio, oppure prepara il sugo a casa usando pomodori freschi ed erbette.

2. Bibite Gassate

Le bibite zuccherate non sono tue amiche. Non fanno bene alla linea. Danneggiano i denti. E possono alterare la tua pelle, gli ormoni, i livelli di ansia e i livelli di zucchero nel sangue. Ogni bicchiere che bevi è totalmente privo di benefici dal punto di vista nutrizionale, a meno che tu non sia convinta che 10 cucchiaini di zucchero raffinato possano farti bene. Le bibite contengono anche un sacco di coloranti alimentari artificiali e di conservanti come l’olio vegetale bromurato. Quindi, fai un favore a te stessa e la prossima volta che hai voglia di una bibita gassata bevi un bicchiere di acqua gassata e aggiungici una spruzzata di limone, di lime, o di succo di frutta al 100%.

3. Insaccati

I nitrati sono considerati una bomba a orologeria e non è un’idea così sbagliata se pensi ai livelli di sodio, conservanti e additivi che vengono utilizzati per produrre insaccati come prosciutto, salame e mortadella e lo scopo è dar loro la tonalità rosata. Gli adulti che ne mangiano regolarmente aumentano il rischio di malattie cardiache e di cancro. E le ricerche dimostrano che i bambini che mangiano affettati sono soggetti a problemi di apprendimento e comportamentali. Se ti serve della carne da mettere nei panini, compra gli affettati dal tuo macellaio di fiducia e fatteli tagliare sul momento. Potrebbero durare meno di quelli confezionati, ma contengono meno conservanti dannosi.

4. Dolcificanti Artificiali

Forse sei passata dallo zucchero raffinato ai dolcificanti – come acesulfame K, aspartame, neotame, saccarina o sucralosio – perché i dolcificanti artificiali contengono meno calorie. Tuttavia, solo perché l’FDA li ritiene adatti al consumo umano non significa che lo siano. Molti studi hanno messo in relazione i cibi e le bevande a basso apporto calorico e a zero calorie con l’aumento del rischio di problemi del metabolismo, alta pressione sanguigna, diabete di tipo 2, aumento di peso e malattie cardiovascolari. Infatti, molti scienziati che si occupano dell’alimentazione considerano l’aspartame “la sostanza più pericolosa del pianeta”. Se hai bisogno di dolcezza, usa lo sciroppo d’agave naturale, il miele o lo sciroppo d’acero, ma con moderazione.

5. Margarina

Sei stato sicuramente messo in guardia rispetto ai grassi trans (ovvero gli oli idrogenati saturi). Certo, sono oli vegetali, ma son comunque lavorati industrialmente al punto che i nutrizionisti sconsigliano il consumo di cibi come la margarina. Perché? Perché i grassi trans aumentano il rischio di colesterolo, malattie cardiache e ictus. Quindi, lascia perdere la salsina per il tuo sandwich e usa invece un po’ di avocado schiacciato per una salsina più sana.

6. Condimenti per insalata

La cosa peggiore che puoi fare per sabotare un’insalata fresca e nutriente è affogarla nei condimenti pronti per insalate. Anche quelli senza grassi o a ridotto contenuto di grassi contengono un’alta quantità di zucchero, sciroppo di glucosio fruttosio e coloranti artificiali. Essenzialmente, è come se versassi una bibita light sulla tua insalata. Per condire l’insalata in modo più salutare mescola qualche cucchiaio di aceto balsamico o di aceto di mele con qualche cucchiaino di olio extra vergine di oliva e avrai un’insalata salutare che contiene grassi buoni.

7. Latticini da Latte Intero

A parte il fatto che i prodotti derivati dal latte intero contengono troppi grassi saturi (cattivi), sono anche ricchi di un’altra sostanza nociva: l’ormone bovino della crescita. Questo ormone di sintesi viene prodotto in laboratorio per aumentare la produzione di latte delle mucche. Purtroppo i nutrizionisti affermano che l’ormone bovino della crescita viene assunto dagli umani nel latte, causando obesità infantile, alcuni tipi di cancro, emicranie croniche e artrite reumatoide.

8. Hot Dog

Con hot dog mi riferisco a qualsiasi carne stagionata, salata o affumicata che contenga conservanti chimici. Gli hot dog sono entrati nell’occhio del ciclone delle critiche a causa dei rapporti dei medici e dei mass media. Ad esempio il Physicians Committee for Responsible Medicine ha scoperto che gli hot dog industriali dovrebbero avere etichette di avvertimento come le sigarette! Sembra che il cibo da strada preferito dagli americani sia così ricco di sodio, sostanze chimiche e tossine che il consumo regolare ogni settimana può aumentare il rischio di cancro del colon retto circa del 21%.

9. Patatine

La scienza medica stima che le patatine in sacchetto, così come quelle fritte (che non sono affatto meglio) e altri cibi fritti (come i nugget di pollo e le alette) siano responsabili di qualche migliaio di casi di cancro ogni anno in Nord America. Quindi, la prossima volta che vai al McDonald per prenderti qualche croccante e unta soddisfazione, considera il rischio per il tuo colon, per il seno, la vescica, la prostata e il retto. L’aumento di rischio di contrarre queste malattie viene dall’acrilammide, una sostanza cancerogena che si forma durante il processo di frittura.

10. Carboidrati Raffinati

Pane bianco, riso bianco, pasta, patatine preconfezionate e cracker, biscotti, torte, cereali per la colazione, tutti gli snack sul mercato hanno una cosa in comune – farina bianca di grano arricchita! Ecco perché insisto sempre sul tipo di carboidrati (i carboidrati complessi invece di quelli raffinati) che costituiscono la nostra dieta e su come possano determinare il modo in cui si metabolizza il cibo e i livelli di energia. Non solo i cereali raffinati vengono privati della maggior parte delle sostanze nutritive, vengono anche digeriti rapidamente e scomposti in zuccheri semplici, causando picchi di glicemia e cali di zuccheri in ondate di irritabilità e attacchi di fame a metà giornata. In definitiva i carboidrati raffinati sono legati all’aumento di peso, alle malattie infiammatorie (come l’artrite), al diabete di tipo 2, alle malattie cardiovascolari e all’elevata pressione sanguigna.

Avatar

ActiveBeat Italiano

Activebeat presenta ai lettori informazioni provenienti dal mondo della salute. Dalle malattie al fitness, passando per alimentazione e ricerche autorevoli, ogni giorno pubblichiamo notizie che si focalizzano su ogni aspetto del benessere.

X