Circolazione IT

10 Modi di Eliminare le Vene Varicose

Le vene varicose sono un problema fastidioso e doloroso che colpisce milioni di persone nel mondo. La causa è il mancato funzionamento delle valvole all’interno dei vasi sanguigni. Per via di questo malfunzionamento il sangue finisce per risalire le vene al contrario, allargandole e causando gonfiore e pressione sulle pareti dei vasi.

Le vene varicose possono presentarsi in ogni parte del corpo, ma le gambe sono la zona più comunemente colpita. Questo perché gli arti inferiori sono soggetti a una maggiore pressione quando stiamo in piedi per lunghi periodi di tempo. Le vene varicose possono avere tutta una serie di cause diverse. Sono un problema più frequente nelle donne che negli uomini e possono avere una componente genetica ereditaria. Siccome la causa principale delle vene varicose è la pressione all’interno del corpo, alcuni fattori possono esacerbare o addirittura dare origine al problema. L’obesità, la gravidanza e l’invecchiamento rendono più soggetti a un problema di vene varicose.

I sintomi delle vene varicose comprendono l’indolenzimento, la variazione del colore della pelle, vene in rilievo e la visibilità del percorso bluastro delle vene attraverso la pelle. Le cure per le vene varicose spaziano dal cercare di tenere sotto controllo i sintomi alla completa rimozione delle vene non funzionanti. Le vene colpite sono, nella maggior parte dei casi, quelle superficiali, che riportano verso il cuore soltanto il 10% del sangue che arriva alle gambe. La maggior parte del sangue ritorna al cuore attraverso le vene che si trovano in profondità. Siccome le vene varicose sono superficiali, ci sono pochi effetti collaterali a lungo termine derivanti dalla rimozione chirurgica delle vene colpite dal problema.

Ecco 10 modi per curare le vene varicose, dall’elevazione delle gambe alla chirurgia.

1. Tenere in Alto le Gambe

L’elevazione delle gambe è un ottimo modo per porre rimedio al dolore delle vene varicose. Le vene varicose sono causate da un problema di circolazione e mantenere il corpo su un piano orizzontale può essere d’aiuto. Se soffri degli stadi iniziali di un problema di vene varicose, prova a tenere le gambe in alto dopo lunghe passeggiate e dopo essere stata in piedi per lunghi periodi. Anche attività come lo shopping possono causare uno stress eccessivo per le vene.

2. Calze Comprimenti

Le calze comprimenti sono un ottimo trattamento quotidiano per chi soffre di vene varicose. Agiscono facendo pressione sulla caviglia e rilasciandola lentamente man mano che si risale lungo la gamba. Alcuni studi hanno dimostrato che un uso regolare di calze comprimenti può aiutare a correggere la circolazione del sangue nelle gambe, diminuire il dolore e il gonfiore e ridurre la progressione della malattia. Le calze comprimenti ora si possono trovare anche in colori e fantasie adatti a ogni tipo di persona.

3. Medicinali Antinfiammatori

Quando si soffre di vene varicose i medicinali contro dolore e infiammazione sono un’ottima possibilità. Agiscono come antidolorifici, ma hanno un effetto doppio siccome fluidificano anche il sangue che, in questo, può scorrere più facilmente attraverso le vene colpite. C’è però un rischio associato a questo tipo di rimedi, nel caso si verificassero emorragie interne. Affianca l’uso di questo tipo di medicinali alle calze comprimenti. Parla sempre con il tuo medico prima di iniziare a usare medicinali.

4. Dieta e Attività Fisica

Sembra che una dieta corretta e l’attività fisica siano la risposta a molti problemi di salute. Sicuramente è così per quanto riguarda le vene varicose. L’obesità è un fattore principale nel determinare lo sviluppo e la gravità di un problema di vene varicose. Previeni il problema perdendo i chili in eccesso, mangiando in modo sano e includendo una lieve attività fisica nei tuoi ritmi quotidiani. Farà meraviglie per la pressione sanguigna, diminuendo il carico sulle vene varicose.

5. Rimozione

Quanto alle opzioni chirurgiche, la scelta più popolare è la rimozione. Con questa procedura le vene più problematiche vengono rimosse chirurgicamente dal corpo, ciò viene fatto per minimizzare la formazione di cicatrici. La rimozione è uno dei rimedi più usati per curare le vene varicose. Poiché si tratta di un metodo usato da molto tempo, vi sono statistiche affidabili sulla possibilità di complicazioni. Il 50-60% delle persone che ricorrono a questo trattamento osserva il ripresentarsi del problema con altre vene.

6. Flebectomia

Questo è un ottimo rimedio per chi ha un problema lieve di vene varicose. Come per la rimozione, le vene problematiche vengono tolte chirurgicamente. Vengono praticate piccole incisioni al di sopra delle vene varicose e le vene vengono tolte una ad una. Si tratta di una cosa differente dalla rimozione, durante la quale interi tratti del sistema venoso vengono rimossi. Questo trattamento è efficace soltanto per le vene varicose superficiali, i casi più gravi necessitano di un protocollo di cura più in profondità.

7. Legatura delle Vene

La legatura delle vene è un trattamento chirurgico, ma in questo caso le vene non vengono rimosse dal corpo. Vengono invece legate tra loro con una sutura. Il sangue scorre, quindi, fuori dalla vena, eliminando il gonfiore e la visibilità del problema. Questa operazione, pur non essendo strettamente necessario, viene generalmente accoppiata con la rimozione. Può essere anche associata a iniezioni di soluzioni sclerosanti.

8. Crioterapia

La crioterapia è una procedura relativamente recente per trattare le vene varicose. È un trattamento alternativo alla rimozione. Nella criochirurgia per vene varicose, viene introdotta una sonda all’interno delle vene colpite. Il chirurgo inietta quindi biossido di carbonio o biossido di azoto per congelare le vene. Le vene danneggiate vengono, quindi, rimosse attraverso il sito dell’iniezione. Questo procedimento minimizza le incisioni necessarie per completare la rimozione chirurgica. I rischi sono minori di quelli della normale rimozione ma includono i danni da freddo ai tessuti circostanti.

9. Scleroterapia

La scleroterapia viene usata da più di 150 anni per trattare le vene varicose. Si tratta di un’iniezione di sostanze medicinali nella vena colpita allo scopo di danneggiarla. Storicamente le soluzioni più usate erano il perclorato di ferro, la tintura di iodio e il salicilato di sodio, ma causavano spiacevoli effetti collaterali. Ora vengono comunemente utilizzati il sodio tetradecilsolfato e il polidocanolo. La scleroterapia offre uno dei migliori risultati in termini di recidività del problema, dal momento che agisce anche sulle vene più profonde e non soltanto su quelle superficiali.

10. Laser Terapia

La laser terapia delle vene varicose è un’opzione economica per il trattamento di un problema di vene varicose superficiali. Questo metodo non elimina le vene più profonde colpite dal problema, ed ha quindi un’alta percentuale di recidività del problema, così come la rimozione e la legatura. La laser terapia, nota anche come ablazione termica endovascolare, è un trattamento ambulatoriale che non necessita di anestesia totale. È uno dei trattamenti recenti più popolari per curare le vene varicose, non essendo chirurgico.

X