Infarto IT

10 Cause di Infarto che ti Sorprenderanno

Certo, una dieta ricca di delizie fritte e una vita piena di stress in tutti i campi – finanziario, lavorativo e personale – hanno sicuramente qualche effetto sul cuore. Questo lo sappiamo tutti!

I medici però puntano il dito contro altri colpevoli, in genere tenuti in minor considerazione. Ecco dieci sorprendenti pericoli cardiovascolari di cui potresti non essere ancora a conoscenza…

1. Gengivite

Sai già che la gengivite (o la parodontite) può mettere a rischio il tuo futuro bambino se sei in gravidanza e hai molti batteri nella bocca. Sembra, però, che la gengivite rappresenti una minaccia anche per il cuore—aumentando la probabilità di infarto del 25% rispetto alle persone con gengive sane.

2. Prodotti Antibatterici

La pulizia mantiene in salute, si dice. Però molti prodotti antibatterici o antimicrobici, saponi, detergenti e dentifrici, contengono Triclosan, una sostanza chimica che, se usata abitualmente, a lungo termine incoraggia la selezione di germi resistenti agli antibiotici che fanno aumentare il rischio di malattie cardiovascolari e danneggiano cuore e tessuti muscolari.

3. Antibiotici

Se soffri già di problemi di cuore o hai una storia familiare di malattie cardiovascolari, prendere l’azitromicina come antibiotico ti metterà ancora più a rischio di infarto in futuro. Se il tuo patrimonio genetico ti mette a rischio per quel che concerne il cuore, parla col tuo dottore della possibilità di utilizzare medicinali privi di azitromicina la prossima volta che ti ammali.

4. Frutti di Mare

Sono un grande amante dei frutti di mare… appena vedo delle capesante le mangio! A parte gli scherzi, di solito mangiamo a cuor leggero le bontà che provengono dal mare, perché si tratta di cibi ricchi di acidi grassi omega3, salutari per il cuore. Però alcuni studi dimostrano che il pesce contaminato da alti livelli di mercurio può di fatto aumentare il rischio di infarto poiché incrementa i livelli di cortisolo nel corpo. Quindi, stai alla larga da tonno, pesce spada, sgombro e squalo se hai problemi di cuore.

5. Scatolame

Sai già che i cibi in scatola sono pieni di sodio. Contengono, però, anche alte quantità di un composto chimico chiamato bisfenolo A (BPA), che disturba la normale produzione di ormoni causando pericolose aritmie, battito cardiaco irregolare e addirittura arresto cardiaco spontaneo.

6. Infezioni Croniche

Hai un’infezione dei seni paranasali o l’influenza non si decide ad andare via? Le forme più comuni di influenza e le infezioni delle vie respiratorie possono aumentare il rischio di infarto o ictus a causa della risposta del corpo all’infiammazione, che stressa eccessivamente il cuore.

7. Cambiamenti Climatici

L’inquinamento non fa bene all’asma e sicuramente nemmeno al cuore. Nelle aree soggette a inquinamento e con un clima caldo, le polveri fini (PM2.5) si accumulano nei polmoni, nel flusso sanguigno e ostruiscono perfino le arterie rendendoti più facilmente vittima di infarti e ictus.

8. Sostanze Antiaderenti

Le padelle antiaderenti sono comode per fare le uova strapazzate. Uno studio americano degli Archivi di Medicina Interna ha però relazionato un maggiore rischio cardiovascolare al politetrafluoroetilene (PTFE), la sostanza che rende antiaderenti pentole e teglie. Prova piuttosto a cucinare usando pentole, padelle e teglie in acciaio inossidabile non rivestito, ghisa o vetro.

9. Stress Relazionale

Il tuo capo può essere un bastardo, ma a fine giornata puoi sempre tornare a casa. Quando si tratta del tuo partner, invece, la cosa non è così semplice. Se soffri di stress all’interno di una relazione sentimentale, è difficile trovare un po’ di pace, e lo stress costante può influire negativamente sul tuo cuore. Alcuni studi recenti dimostrano che i problemi sentimentali sono collegati a un maggior rischio di infarto… è proprio il caso di parlare di ‘cuori spezzati’, non trovi?

10. Vita da Pendolare

Restare bloccati nel traffico fa male alla salute, e non solo a causa della tipica ‘rabbia da volante’. Respirare gas di scarico per tutto il tragitto verso il lavoro significa essere sottoposti ad alti livelli di inquinamento che aumentano il rischio di infarto. Quindi non importa che tu sia un automobilista, un passeggero, un ciclista, o scelga la metro, l’esposizione eccessiva al traffico danneggia comunque il tuo cuore.

X