Alito IT

Quello che l’Alito Cattivo Dice sulla Tua Salute

A nessuno piace sentirselo dire, ma è capitato a tutti di avere l’alito cattivo. Può accadere di prima mattina, o dopo un pasto particolarmente “aglioso”. Comunque, a volte non importa quanto dentifricio o mentine usiamo, un brutto caso di alitosi è difficile da mandare via.

Se l’alito cattivo diventa però un problema cronico, può trattarsi di qualcosa di più di un problema imbarazzante e addirittura segnalare una carie. L’alitosi persistente può essere il sitnomo di un problema di salute più profondo, di cui non sei nemmeno a conoscenza.

Perciò dimentichiamoci dell’imbarazzo sociale per un momento e vediamo quali sono le malattie che possono causare l’alitosi come sintomo.

Ecco le dieci malattie più comuni che causano alito cattivo…

1. Infezioni delle Vie Respiratorie

Può darsi tu abbia preso un’influenza, che si è poi evoluta in bronchite o sinusite se non curata. Queste infezioni delle vie respiratorie finiscono tutte per causare alito cattivo se i seni paranasali, i polmoni e i tessuti della gola si infiammano e si bloccano, permettendo agli odorosi batteri di accumularsi nel muco.

2. Diabete

C’è sicuramente un legame tra l’instabilità del livello di glucosio nel sangue e l’alitosi cronica. I medici spesso associano un forte odore di frutta acida nell’alito a un problema chiamato chetoacidosi, comune nei diabetici. Quando i livelli di insulina sono inadeguati, il corpo spesso secerne “spiacevoli” chetoni acidi. Se non curata, la chetoacidosi può portare al coma diabetico e alla morte.

3. Obesità

Alcuni studi associano in maniera diretta l’alitosi e l’obesità dovuta a una dieta ricca di proteine e latticini, che causa la crescita eccessiva di batteri odorosi per via dell’eccesso di amminoacidi.

4. Alcolismo

Sappiamo tutti che rischiamo la disidratazione se consumiamo troppo alcool. Ecco perché il giorno dopo una serata di bevute, un brutto mal di testa è l’unico ricordo che abbiamo. Questo avviene perché l’alcool agisce come un diuretico, privando il corpo di liquidi e favorendo una spiacevole secchezza della bocca.

5. Reflusso Acido

I problemi dell’apparato digerente e diverse malattie dello stomaco causano spesso alito cattivo. Infatti, una pletora di nemici della digestione—compresi reflusso acido e malattia da reflusso gastroesofageo (MRGE) impediscono il funzionamento efficiente dell’apparato digerente, causando la permanenza del cibo al suo interno dove inizia a decomporsi, lasciandoti con rigurgiti, indigestione acida e alitosi.

6. Ulcere dello Stomaco

Un altro doloroso problema della digestione che causa alitosi è l’ulcera dello stomaco. I ricercatori in campo medico sostengono che lo stesso batterio correlato alla crescita delle ulcere dello stomaco, l’helicobacter pylori, causi anche l’alitosi cronica.

7. Problemi Renali

Il tuo alito sa di pesce? Hai mangiato del tonno di recente? Se la risposta è no, può darsi che tu abbia un problema di reni. Siccome i reni filtrano le sostanze tossiche dal nostro corpo per eliminarle attraverso le urine, una volta danneggiati diventano inefficienti nel lavoro di filtraggio; un odore simile a quello del pesce o dell’ammoniaca può indicare un collasso o una malattia renale.

8. Cancro ai Polmoni

L’alito cattivo è un sintomo che spesso aiuta i medici a diagnosticare il cancro dei polmoni. Questa alternativa economica per la diagnosi viene usata sempre più spesso al posto di costose biopsie e scansioni a ultrasuoni per capire se un paziente ha il cancro ai polmoni. I medici esaminano la bocca del paziente utilizzando un “naso elettronico” programmato in precedenza, che è in grado di identificare composti organici volatili nell’aria espirata.

9. Apnea nel Sonno

Siamo tutti colpevoli di alito cattivo al mattino. Se però dormi con la bocca aperta, la produzione di saliva viene bloccata durante il sonno e i batteri si moltiplicano causando alito cattivo. Ecco perché chi russa spesso o soffre di apnee durante il sonno, finisce per respirare con la bocca e sviluppare alito cattivo mentre dorme profondamente.

10. Malattie Cardiovascolari

Ci crederesti se ti dicessimo che una semplice analisi del respiro potrebbe rilevare un problema di cuore? A quanto pare analizzando campioni di aria espirata è possibile diagnosticare le malattie cardiovascolari, e anche un infarto che sta per arrivare.

X