salute IT

I 10 Tipi Più Comuni di Tremori

Un tremore comporta incontrollate e involontarie contrazioni dei muscoli in varie parti del corpo—più frequentemente le mani, le braccia, la testa, la voce, l’addome o le gambe.

I tremori possono essere il risultato di:

Malattie neurologiche—come la sclerosi multipla, l’infarto o un danneggiamento traumatico del cervello nella zona che controlla i muscoli del corpo.

Malattie neurodegenerative—che danneggiano o distruggono parti del tronco cerebrale.

Abuso di alcool o droghe.

Effetti collaterali di alcuni medicinali.

Anche se i tremori non sono pericolosi, sono imbarazzanti e difficili da gestire quando vi trovate a dover svolgere compiti quotidiani. E siccome ci sono così tanti tipi diversi di tremori, spesso è difficile distinguerli l’uno dall’altro. Ecco i dieci tipi più comuni di tremori e i sintomi distintivi di ciascuno di essi…

1. Tremore Essenziale

Il tremore essenziale è la forma più comune, coinvolge la zona del cervelletto o quella del talamo (due zone del cervello). Il tremore essenziale si sviluppa gradualmente, per lo più a partire dalla mezza età o dopo, e colpisce le mani rendendo difficile afferrare e stringere gli oggetti. I tremori essenziali vengono generati e aggravati da stress fisico o emotivo, e dall’affaticamento. Alcuni studi collegano questi tremori a fattori ereditari, non è però dimostrato il fatto che possano essere ‘passati’ dai genitori ai figli.

2. Tremore Parkinsoniano

A dispetto del nome, i tremori parkinsoniani non colpiscono solo i pazienti affetti dal morbo di Parkinson. Infatti, questo tipo di tremore può colpire chi fa uso di droghe e chi è affetto da infezioni o da altre malattie degenerative. Questo tremore provoca un movimento incontrollabile delle mani, simile al gesto del contare i soldi, e si sposta da una lato all’altro del corpo. Come altri tremori, i tremori Parkinsoniani sono spesso acuiti dallo stress.

3. Tremore Fisiologico

Può essere scioccante rendersi conto di essere stati colpiti da un tremore fisiologico! Questo comune tipo di tremore è causato dall’eccesso di stress, dal consumo di dosi eccessive di caffeina, da bassi livelli di zucchero nel sangue o dall’astinenza da alcool (quindi anche durante un postsbornia) anche se può essere appena percettibile. Colpisce in maniera momentanea le mani—solitamente quando le dita sono completamente distese, e scompare con lo sparire della causa scatenante (ad esempio se mangiate, o se vi rilassate).

4. Tremore Distonico

Un tremore distonico causa la contrazione improvvisa dei muscoli, cosicché il corpo si torce dolorosamente di conseguenza. Questo tipo di tremore modifica spesso la postura, nel tentativo di correggere una contrazione muscolare ‘sbagliata’, e peggiorando di fatto il tremore. In generale le contrazioni muscolari che ne derivano possono essere ridotte solo col riposo, l’iniezione regolare di tossina botulinica attenuata o con trattamenti medicinali (ad esempio con farmaci anticolinergici).

5. Tremore Psicogenico

I tremori psicogenici sono spesso difficili da distinguere da un’altra forma di tremore. Ecco perché vengono generalmente diagnosticati escludendo gli altri tipi di tremore. È possibile stabilire che i tremori che colpiscono varie parti del corpo sono tremori psicogenici deducendolo dal loro avere inizio in situazioni stressanti e dalla loro diminuzione o dalla sparizione improvvisa quando l’attenzione del paziente viene distratta da qualcos’altro.

6. Tremore Ortostatico

I tremori ortostatici, che si verificano generalmente quando ci si trova in piedi, causano incontrollate contrazioni muscolari nelle gambe e nell’addome. Un tremore ortostatico si distingue per l’improvvisa instabilità che si presenta quasi subito quando ci si alza in piedi. E sparisce non appena ci si rimette seduti.

7. Tremore Cerebellare

Il tremore cerebellare è causato da un danno nel cervelletto. Si verifica spesso quando è coinvolta l’intenzionalità, cioè quando è necessario compiere un gesto che necessita di coordinazione—ad esempio quando si afferra un oggetto, si preme un pulsante, o si vuole tenere ferma la mano per qualche ragione. Il tremore si intensifica quando la mano o il dito sono sul punto di raggiungere l’obiettivo (ad esempio raggiungere un’altra mano, l’oggetto, o il bottone).

8. Tremore di Holmes

I tremori di Holmes sono particolarmente spaventosi in quanto coinvolgono il corpo in tutte le direzioni con contrazioni muscolari improvvise e incontrollate, facendo poi restar l’intero corpo rigido in una posizione contorta. Fortunatamente si tratta di una delle forme di tremore più rare e comunemente avvengono in seguito a un infarto; non esistono trattamenti, terapie riabilitative, o medicinali che possano alleviare o prevenire questo problema.

9. Tremore Intenzionale

Il tremore intenzionale, come suggerisce il suo nome, è il risultato di una contrazione muscolare volontaria (un movimento deliberato e guidato dalla vista) che si amplifica e genera un tremore che aumenta. Quando la persona colpita si muove “intenzionalmente” il tremore la colpisce in direzione verticale e l’oggetto che sta cercando di prendere resta al di sotto della mano, senza che riesca ad afferrarlo. I tremori intenzionali sono la conseguenza di una disfunzione o di un danno al cervelletto o alle sue strutture (ad esempio una lesione, la sclerosi multipla, o disordini metabolici).

10. Tremore Palatale

I tremori palatali si verificano nel palato molle o nella muscolatura del cranio, tipicamente a causa di lesioni o danni nel tronco cerebrale (dovuti per esempio a un’emorragia o a un trauma dell’area). Durante un tremore palatale, i muscoli del viso e della bocca si contraggono ritmicamente e involontariamente, e i muscoli del palato molle producono un disturbante rumore schioccante.

X