Cancro IT

I 10 Tumori al Cervello Più Diffusi

Ogni anno, nei soli Stati Uniti, vengono diagnosticati 23.000 nuovi casi di cancro al cervello. Queste masse si sviluppano quando delle cellule cancerose si accumulano in un’area specifica—in questo caso, il cervello. I tumori al cervello primari hanno origine nelle cellule e nei tessuti che compongono il cervello e il sistema nervoso centrale.

La scienza medica non ha ancora individuato esattamente quali siano le cause dello sviluppo di tumori al cervello. Comunque, ci sono alcuni fattori statistici che rendono determinate persone più soggette di altre. Ad esempio l’età: a 65 anni o più si ha una probabilità 4 volte maggiore di sviluppare un tumore al cervello. Inoltre, i pazienti con condizioni genetiche preesistenti, quali la neurofibromatosi o la sindrome di Lu-Fraumeni, e i bambini sottoposti a radioterapia nell’area della testa, sono più inclini a sviluppare tumori da adulti.

In tutto, esistono circa 100 diversi tipi di tumore al cervello che prendono il nome dal tipo di cellula da cui si originano. I più comuni sono i seguenti…

1. Gliomi

Circa il 30% dei tumori al cervello sono gliomi, che si originano nel cervello o nella spina dorsale. I gliomi rappresentano, inoltre, l’80% dei tumori maligni al cervello. Questo tumore viene chiamato glioma perché si sviluppa nelle cellule gliali—nello specifico negli astrociti, negli ependimociti, negli oligodendrociti o in una combinazione di questi. Con la crescita, un glioma può causare mal di testa, nausea e vomito, attacchi epilettici e problemi di vista, se crea pressione sul nervo ottico. Le possibilità di trattamento e di asportazione dipendono dalla posizione del tumore. Ad esempio, se la massa si trova nelle vicinanze del delicato tronco cerebrale del paziente, potrebbe non essere asportabile o esserlo solo parzialmente, per evitare danni cerebrali.

2. Craniofaringiomi

I craniofaringiomi colpiscono più di frequente i bambini, gli adolescenti e i giovani. Questi tumori si formano alla base del cervello, tipicamente sopra la ghiandola pituitaria, causando un effetto domino di problemi di salute mentre crescono—inclusi problemi di visione, fino alla cecità totale (se premono sul nervo ottimo), aumento di peso, ritardi nello sviluppo fisico e livelli ormonali alterati.

3. Linfomi

I linfomi si possono sviluppare nel cervello in risposta a un cancro del sistema linfatico o a causa di un linfoma di Hodgkin, che si manifesta quando i globuli bianchi (o linfociti) diventano cancrenosi. Questi due tipi di linfoma cerebrale si possono anche sviluppare in persone con un sistema immunitario depresso—tipica conseguenza dell’AIDS o di un’operazione chirurgica importante (ad es. un trapianto d’organi).

4. Emangioblastomi

Gli emangioblastomi sono solitamente genetici, il che vuol dire che colpiscono più facilmente persone con precedenti in famiglia della sindrome di Von Hippel-Lindau (VHL), un disordine caratterizzato dallo sviluppo di cisti (o tumori) piene di liquido in differenti aree del corpo. Gli emangioblastomi si sviluppano spesso nella tarda adolescenza e nei giovani nel tronco cerebrale, ma tendono a non diffondersi. Questi tumori raramente diventano cancerosi e rappresentano solo il 2% dei tumori al cervello, il che li rende difficili da trattare.

5. Meningiomi

I meningiomi rappresentano il 25% dei tumori al cervello negli adulti. Si sviluppano nei tessuti (e nelle membrane) che circondano e proteggono il cervello, invadendo il tessuto cerebrale circostante, e tendono spesso a essere recidivi, ripresentandosi dopo la rimozione chirurgica. Tuttavia, fortunatamente, la maggioranza dei meningiomi è benigna o non cancerosa.

6. Neuromi Acustici

I neuromi acustici si sviluppano spesso nelle persone anziane. E siccome influenzano negativamente sia l’equilibrio che l’udito (entrambi effetti comuni dell’invecchiamento) spesso non vengono diagnosticati per molto tempo. Questi tumori a crescita lenta tendono a svilupparsi sul nervo che collega le orecchie al cervello, il che spiega perché l’udito e l’equilibrio vengono intaccati. Il sintomo più indicativo di un neuroma acustico è la perdita dell’udito da un solo orecchio.

7. Tumori della Regione Pineale

I tumori della zona pineale sono rari, rappresentano solo l’1% di tutti i tumori al cervello. Crescono sulla ghiandola pineale, situata appena dietro la cima del tronco cerebrale, e il loro effetto più evidente è la ridotta produzione dell’ormone melatonina. I sintomi più comuni dei tumori della zona pineale includono infiammazione e pressione intracranica, problemi di coordinazione ed equilibrio, ingrandimento del cranio, mal di testa, vomito e problemi di vista.

8. Tumori delle Cellule Germinali

La maggior parte dei tumori delle cellule germinali si sviluppa al di fuori del cervello (nel torace o nell’addome), ma questi tumori rappresentano comunque il 2% dei tumori al cervello. Si sviluppano nell’area pineale, bloccando la circolazione dei fluidi. I tumori delle cellule germinali colpiscono principalmente persone di età compresa tra i 10 e i 18 anni. Fortunatamente, siccome questo tipo di tumore emette delle sostanze chimiche caratteristiche, i medici possono diagnosticarlo con delle semplici analisi del sangue.

9. Tumori all’Ipofisi

I tumori all’ipofisi rappresentano il 10% di tutti i tumori al cervello. Si sviluppano nella ghiandola pituitaria (o ipofisi), situata sotto al cervello, direttamente sotto gli occhi. Dato che l’ipofisi è una sorta di controllo primario del nostro corpo, controlla il rilascio di ormoni nel flusso sanguigno, invia messaggi a organi vitali come la tiroide, le ovaie e i testicoli—i tumori all’ipofisi possono causare una vasta gamma di problemi di salute—dalla perdita della vista, a cali o aumenti di peso, a sbalzi di umore o a un calo della libido. Fortunatamente, la maggior parte dei tumori all’ipofisi è benigna.

10. Tumori Neuroectodermici Primitivi

I tumori neuroectodermici primitivi (o PNET) crescono quando si sviluppa e accumula un eccesso di cellule durante la crescita nell’utero materno. Queste cellule diventano, poi, cancerose durante l’infanzia o la giovinezza. I Medulloblastomi, gli PNET più comuni, si sviluppano nel cervelletto e possono diffondersi rapidamente ad altre aree del cervello o al midollo spinale. I sintomi dei PNET includono problemi di vista e di equilibrio, mal di testa mattutini, nausea e vomito, attacchi epilettici, sbalzi d’umore e cambiamenti drastici di peso non giustificabili.

Share This Article

X